logo

Disbiosi intestinale nei neonati: tipi, sintomi e terapia

Probabilmente, quasi ogni madre sa cosa sono le notti insonni con un bambino che piange, infinite visite ai medici, inutili tentativi di trovare ed eliminare la causa di coliche, ansia e disturbi delle feci in un bambino. Negli ambienti medici, c'è un'opinione contrastante sulla disbiosi intestinale nei bambini. Molti medici, ad esempio, ritengono che questa condizione non debba essere curata affatto. Ma questo non rende più facile per i bambini e le loro madri. Cercheremo di capire insieme cos'è la disbiosi intestinale nei bambini e di trovare modi efficaci per affrontare i sintomi spiacevoli.

Nella letteratura popolare, insieme al termine "disbiosi" si trova spesso "disbiosi". Questi sono sinonimi, ma la seconda definizione è più ampia e include la prima. Pertanto, parlando di disbiosi intestinale nei neonati, useremo il termine "disbiosi" come il riflesso più accurato dell'essenza del fenomeno.

Cos'è la disbiosi e quali sono le sue cause?

Secondo le statistiche, la disbiosi intestinale (disbiosi) nei neonati è un fenomeno diffuso: si osserva in oltre il 90% dei bambini piccoli [1]. Da un lato, i numeri fanno paura, vero? D'altra parte, ti fanno anche pensare: se il problema è così comune, vale la pena parlare di patologia??

Principalmente i bifidobatteri "vivono" in un intestino sano. Non così numerosi, ma altrettanto importanti sono i lattobacilli. Inoltre, nell'intestino vivono enterococchi, Escherichia coli e una piccola quantità (non più dell'1% [2]) di flora opportunistica (batteri, lieviti, protozoi). La condizione in cui questo equilibrio è disturbato si chiama disbiosi. Allo stesso tempo, ci sono meno bifidobatteri e lattobacilli "buoni" e, al contrario, i microbi opportunistici iniziano a moltiplicarsi intensamente. Se la disbiosi non viene corretta, può portare non solo a disturbi digestivi funzionali, ma anche a malattie infiammatorie del tratto gastrointestinale, disturbi metabolici, riduzione dell'immunità.

La disbiosi può verificarsi a qualsiasi età, ma i neonati e i bambini del primo anno di vita sono particolarmente vulnerabili. Ciò può essere spiegato dall'immaturità dei sistemi di protezione e da un gran numero di fattori che contribuiscono allo squilibrio della flora intestinale nei neonati..

Tipi di disbiosi nei bambini

I medici parlano di due tipi di disbiosi nei bambini del primo anno di vita: transitori e veri. Qual'è la differenza tra loro?

"Transitorio" significa "transitorio". È chiaro dal nome stesso che non c'è nulla di cui preoccuparsi. Questa condizione si verifica in tutti i neonati e non richiede alcun trattamento. Mentre il bambino si sta sviluppando nell'utero materno, i suoi intestini sono sterili, non ci sono microbi utili o dannosi in esso. "Conoscenza" con microrganismi si verifica nel processo di nascita. Nelle prime ore e giorni dopo la nascita, i microbi condizionatamente patogeni predominano nella flora. Con il latte materno, utili bifidobatteri e lattobacilli entrano nel corpo delle briciole. A poco a poco diventano sempre di più, iniziano a dominare. La composizione della microflora è completamente normalizzata circa una settimana dopo la nascita..

Ma questa è una situazione ideale quando la nascita è arrivata in tempo e è passata senza complicazioni, il bambino e la madre sono completamente sani, il neonato è stato immediatamente attaccato al seno. In realtà, purtroppo, non è sempre così. Se fattori estranei interferiscono con il processo naturale dello sviluppo di un bambino nella prima settimana o più tardi, la disbiosi transitoria si trasforma spesso in vera. Questa condizione non scompare da sola e richiede correzione..

Fattori che contribuiscono allo sviluppo della disbiosi

La causa esatta della disbiosi intestinale nei bambini è quasi sempre impossibile da stabilire. Di solito c'è tutta una serie di fattori al lavoro. A rischio sono i bambini che:

  • sono nati prematuramente;
  • ricevere un'alimentazione artificiale (anche le miscele della più alta qualità arricchite con prebiotici e probiotici non sostituiscono il latte materno);
  • sono nati a seguito di un taglio cesareo (tali bambini non sono sempre immediatamente applicati al seno).

Lo sviluppo della vera disbiosi è facilitato da:

  • malattie infettive (comprese quelle della madre);
  • prendendo antibiotici (come sapete, distruggono non solo i microbi dannosi, ma anche benefici);
  • nutrizione inadeguata o inadeguata, errori nell'introduzione di alimenti complementari.

Segni di disbiosi intestinale (disbiosi) nei bambini

Come si manifesta la disbiosi intestinale nei bambini? La madre può immaginare che il bambino abbia una microflora intestinale squilibrata per le sue caratteristiche. I sintomi più comuni sono:

  • Diarrea. Le feci sono liquide, di colore verdastro, con un odore sgradevole, la frequenza dei movimenti intestinali supera dalle sei alle sette volte al giorno. A volte nelle feci si possono trovare muco, schiuma, scaglie, particelle di cibo non digerito (se sono già stati introdotti alimenti complementari). Va detto che nella prima settimana di vita, quando la composizione costante della microflora intestinale si sta appena formando, le feci liquide di colore giallo-verde sono la norma. Quindi non suonare l'allarme subito dopo aver lasciato l'ospedale se non ci sono altri motivi di preoccupazione..
  • Stipsi. I pediatri affermano che i bambini allattati al seno devono avere movimenti intestinali quotidiani. Se la madre sta allattando al seno il bambino, la frequenza di una volta ogni due giorni è considerata abbastanza accettabile, ma solo se il bambino si sente bene, non mostra segni di dolore e ansia. Meno comune è la costipazione. Se si sono verificate difficoltà con una sedia più di una o due volte, ma si verificano regolarmente, dovresti pensare alla disbiosi come alla causa più probabile.
  • Diarrea alternata e costipazione. Nei neonati con disbiosi, i movimenti intestinali sono spesso irregolari..
  • Aumento della produzione di gas e dolore addominale associato. La colica nei bambini di età compresa tra uno e tre mesi è molto comune. Ma se sono troppo forti, forse il problema è la disbiosi. È possibile sospettare uno squilibrio della microflora intestinale anche se la colica non scompare dopo tre mesi.
  • Ansia, sonno scarso. Un bambino che allatta non è in grado di dire che ha mal di stomaco, ma una madre può indovinarlo dal pianto e dai problemi di addormentarsi.
  • Rigurgito frequente e abbondante. Se subito dopo l'alimentazione una piccola parte del cibo ritorna, non c'è nulla di cui preoccuparsi. Il rigurgito nei bambini è considerato una variante della norma (per prevenire un fenomeno spiacevole, i pediatri consigliano di mantenere il bambino in posizione verticale per alcuni minuti dopo la fine della poppata). Con disbiosi, può verificarsi rigurgito dopo ogni pasto.
  • Piccolo aumento di peso. Con esami e pesature regolari, il pediatra può attirare l'attenzione della madre sul fatto che il bambino non si sta riprendendo bene. Le ragioni di un lento aumento di peso sono il rigurgito frequente e il ridotto assorbimento del cibo nell'intestino.

Le manifestazioni della disbiosi dipendono da quanto è disturbato l'equilibrio della flora intestinale. Nella fase iniziale, i sintomi sono limitati al disturbo intestinale. Quindi, quando ci sono meno batteri utili e più dannosi, ci sono disfunzioni di altre parti del tratto gastrointestinale. In futuro, se non si prendono misure, possono comparire problemi di pelle (secchezza, desquamazione, prurito), stomatite e allergie. Il bambino perde peso, inizia a ammalarsi spesso. Prima viene rilevata la disbiosi e viene avviata la correzione, maggiori sono le possibilità di un rapido recupero..

Possibile trattamento

Prima di iniziare il trattamento della disbiosi intestinale (disbiosi) nei neonati, è necessario assicurarsi che il bambino abbia davvero uno squilibrio della microflora. Come determinare la disbiosi intestinale (disbiosi) in un bambino? Per fare questo, il medico si offrirà di superare diversi test:

  • coprogramma: uno studio di laboratorio sulle feci, che consentirà di valutare le funzioni dell'apparato digerente, per determinare se esiste un processo infiammatorio;
  • coltura batterica delle feci - un'analisi con la quale è possibile stabilire quanto il numero di microrganismi opportunistici superi la norma.

A volte vengono fatte ulteriori ricerche per chiarire la diagnosi..

Se, in base ai sintomi e ai risultati dei test, il medico determina la disbiosi, prescriverà un programma di correzione (non è del tutto corretto parlare di trattamento, poiché questa condizione non è considerata una malattia). Le misure per correggere la disbiosi sono volte a risolvere diversi problemi contemporaneamente:

  • distruggere i microbi patogeni, ridurre al minimo il numero di microrganismi opportunistici;
  • per popolare l'intestino con batteri benefici, riportare il loro rapporto alla normalità;
  • rimuovere le tossine dal corpo del bambino;
  • migliorare la funzione motoria intestinale;
  • aiutare il fragile apparato digerente del bambino a scomporre proteine, grassi e carboidrati;
  • stabilire una corretta alimentazione e prevenire lo sviluppo della disbiosi in futuro.

Per raggiungere questi obiettivi, i pediatri prescrivono mezzi diversi. Alcuni di loro lavorano in una direzione specifica, mentre altri risolvono un'intera gamma di compiti contemporaneamente. Quindi, come viene trattata la disbiosi intestinale nei neonati??

  • I batteriofagi sopprimono la crescita della flora condizionatamente patogena. Questi prodotti contengono virus che colpiscono determinati tipi di microrganismi. Per i batteri "buoni", sono assolutamente innocui. I batteriofagi sono selezionati in base alla prescrizione del pediatra, tenendo conto dei risultati del test, poiché la cosa principale è determinare con precisione il tipo di microbi che devono essere distrutti.
  • Gli antibiotici sono prescritti in casi eccezionali, solo con disbiosi gravemente avanzata, quando appare un'infezione intestinale. Anche qui è estremamente importante conoscere il tipo di agente patogeno per agire su di esso..
  • Gli assorbenti (Smecta, Enterosgel e altri) legano e rimuovono le tossine e gli allergeni dal corpo, puliscono efficacemente e rapidamente l'intestino.
  • Gli enzimi "scaricano" il sistema digestivo. Con la disbiosi intestinale, il pancreas funziona in modo intenso. Gli agenti enzimatici facilitano il suo lavoro, aiutano a far fronte alla digestione di proteine, carboidrati e grassi.
  • I mezzi che regolano la motilità dello stomaco e dell'intestino sono prescritti per combattere i sintomi della disbiosi come rigurgito, vomito, costipazione spastica, diarrea, coliche. A seconda di quale di queste manifestazioni prevalgono, il medico selezionerà il farmaco appropriato.
  • Prebiotici e probiotici sono i principali mezzi per correggere la disbiosi nei bambini. Le prime sono sostanze di origine naturale che aiutano a moltiplicare "buoni" latto- e bifidobatteri. Non si scompongono nel tratto gastrointestinale e servono come una specie di terreno per la crescita della flora benefica, e ritardano anche lo sviluppo di microbi opportunistici. Alcuni prebiotici sono arricchiti con vitamine.
    I probiotici sono prodotti che contengono batteri vivi e benefici. Possono essere monocomponenti (solo bifidobatteri o solo lattobacilli) e complessi. I pediatri moderni preferiscono il secondo tipo. I probiotici complessi aiutano a risolvere diversi problemi contemporaneamente. Non solo normalizzano la composizione della microflora intestinale, abitandola con batteri benefici, ma inibiscono anche la crescita di microbi patogeni, riducono il rischio di allergie, migliorano la digestione e aiutano a rafforzare l'immunità.

Oltre alla correzione farmacologica, una dieta equilibrata è molto importante nel trattamento e nella prevenzione della disbiosi nei bambini. Non importa quanto sia competente il pediatra, la madre è ancora coinvolta nella nutrizione del bambino. Solo lei decide quando introdurre cibi complementari, quali prodotti dare al bambino in primo luogo e quali sono meglio aspettare. Per prevenire l'insorgenza della disbiosi, si deve evitare un eccesso di alimentazione, specialmente se il bambino è allattato al seno. Per i bambini con problemi digestivi, si raccomandano le formule del latte, arricchite con bifidobatteri e lattobacilli, compreso il latte fermentato (ma devono essere somministrati solo dopo l'accordo con il medico).

Il rimedio principale per correggere lo squilibrio della microflora intestinale è un probiotico. Di solito è prescritto da un pediatra. Ma è improbabile che una madre premurosa e responsabile si limiti a fidarsi solo di uno specialista: molto probabilmente studierà attentamente la composizione e le caratteristiche dell'azione del rimedio prescritto. E questo è assolutamente l'approccio giusto. Possiamo solo aggiungere che quando si sceglie un probiotico complesso, si dovrebbe anche prestare attenzione a un fattore come la comodità del suo uso nei bambini del primo anno di vita..

  • 1,2 https://med-atlas.ru/vnutrennie-organy/chem-opasen-disbakterioz-kishechnika-dlya-detey-rannego-vozrasta.html

L'allattamento al seno è giustamente considerato il modo migliore per prevenire la disbiosi, ma una madre che allatta non dovrebbe dimenticare la propria dieta. È importante che il cibo sia completo ed equilibrato. Vale la pena limitare l'uso di alcuni tipi di frutta e verdura che causano un aumento della produzione di gas, nonché l'esclusione di alimenti che possono provocare allergie dalla dieta..

Disbiosi intestinale nei neonati: cause e trattamento

La disbatteriosi nei neonati è un fenomeno che può incontrare fino al 95% dei bambini di età inferiore a un anno. I bambini indeboliti, prematuri e spesso malati sono particolarmente sensibili a questo disturbo. Cos'è la disbiosi e quanto è pericolosa?

Disbatteriosi - uno squilibrio della microflora intestinale sana Secondo la classificazione statistica internazionale delle malattie e dei relativi problemi di salute (un documento dell'Organizzazione mondiale della sanità), tale squilibrio non è una malattia. Nei paesi europei, questa condizione spesso non viene affatto trattata: si ritiene che l'organismo debba farcela da solo. Ma molti esperti moderni sostengono l'opinione opposta..

Perché sta succedendo? Scopriamolo in ordine.

Disbatteriosi nei neonati: sintomi e trattamento

Disbiosi mammaria

Fino al momento della nascita, il bambino si trova in un ambiente assolutamente sterile, il suo tratto gastrointestinale non contiene batteri o microrganismi. Al momento della nascita, muovendosi lungo il canale del parto, il bambino "prima fa conoscenza" della microflora naturale della madre, che normalmente contiene latto- e bifidobatteri ed Escherichia coli. Più tardi, durante l'allattamento, l'abbraccio e il bacio, il bambino si trova di fronte a vari batteri che si trovano sulla pelle e nella bocca della madre. Pertanto, la colonizzazione del tratto gastrointestinale del bambino si verifica con una microflora normale (sana).

Idealmente, nei bambini completamente allattati al seno, la microflora intestinale è composta per il 95-99% da latto- e bifidobatteri (i cosiddetti probiotici). E solo una parte insignificante sono i batteri "neutri" (obbligati), che non hanno né effetti dannosi né benefici sul corpo del bambino. Questi includono streptococchi, enterococchi, micrococchi, clostridi, batteroidi ed E. coli.

In caso di fattori avversi (assunzione forzata di antibiotici da parte della madre o del bambino (leggiamo anche: come ripristinare un bambino dopo gli antibiotici), primo attacco tardivo al seno, mancanza di allattamento al seno), l'equilibrio della microflora intestinale può essere disturbato e portare a conseguenze avverse per l'organismo fragile.

Sintomi e segni di disbiosi

Segni e sintomi principali che suggeriscono che l'equilibrio della flora intestinale può essere squilibrato in un bambino:

  • gonfiore;
  • flatulenza;
  • frequente dolore addominale;
  • alitosi;
  • aumento della salivazione;
  • pelle secca;
  • manifestazioni di dermatite allergica;
  • mughetto, stomatite sulle mucose;
  • stipsi;
  • diarrea per più di 2-3 giorni;
  • vomito;
  • diminuzione (mancanza) dell'appetito;
  • il bambino sta ingrassando (o non sta affatto guadagnando) peso (articolo su questo);
  • grandi quantità di muco verde e schiuma, macchie di sangue nelle feci.

Qui vale la pena prenotare e ricordare che per i bambini, le feci normali sono gialle, simili per consistenza e odore alla panna acida. Tuttavia, una piccola quantità di muco e schiuma non è considerata anormale. E le feci dei bambini che ricevono cibi complementari possono contenere pezzi di cibo non digerito..

Leggiamo anche:

Le ragioni

I seguenti fattori possono servire come cause di disbiosi nei neonati:

  • compromissione della salute materna durante il periodo peritoneale dello sviluppo fetale;
  • patologie generiche;
  • lunga degenza in ospedale;
  • infezioni di varie origini (respiratorie virali, intestinali, pustolose);
  • immaturità fisiologica della funzione motoria intestinale;
  • disturbi dispeptici nel tratto digestivo (vomito, rigurgito, costipazione, malassorbimento e disfunzione intestinale);
  • immunodeficienza primaria;
  • attaccamento tardivo al seno;
  • mancanza di allattamento al seno o trasferimento anticipato del bambino alle formule di latte artificiale;
  • uso forzato di farmaci ormonali e antinfiammatori;
  • prendendo antibiotici;
  • operazioni;
  • permanenza costante del bambino in condizioni sociali stressanti e sfavorevoli, cambiamenti nello stato psico-neurologico del bambino;
  • fenomeni patologici di anemia, ipotrofia, rachitismo, dermatite allergica e altri.

Test di disbiosi

In presenza di alcuni dei suddetti sintomi, il medico sospetterà lo sviluppo di disbiosi nelle briciole e suggerirà di condurre un test di laboratorio.

I test per la disbiosi nei bambini includono i seguenti tipi di ricerca:

  • coprogramma: una diagnosi che rivela il grado di digestione dei componenti del cibo da parte dell'intestino, nonché i segni di infiammazione (o la loro assenza);
  • semina di feci per flora opportunistica - uno studio che rivela la percentuale di batteri obbligati (esclusi gli indicatori quantitativi di microflora sana);
  • semina di feci per disbiosi - un'analisi che rivela il rapporto tra flora normale e opportunistica e la sua resistenza (sensibilità) agli antibiotici.

Quando si raccolgono le analisi, è necessario ricordare che le feci (almeno 5-10 g) vengono raccolte in un barattolo di vetro pulito e date appena raccolte. Non è consentito lo stoccaggio a lungo termine a temperatura ambiente. Se il bambino sta assumendo probiotici, devono essere cancellati prima del test..

Trattamento

Se il medico ha diagnosticato la "disbiosi intestinale", sarà richiesto un trattamento complesso piuttosto a lungo termine.

Nella prima fase vengono assegnati i batteriofagi, i cosiddetti virus "addomesticati". La loro azione è finalizzata alla distruzione della flora patogena e opportunistica (mentre non influiscono sui batteri benefici). Parallelamente agli antisettici intestinali, vengono prescritti sorbenti (per la rimozione precoce delle tossine dal corpo) ed enzimi (per aiutare il sistema digestivo).

Nella seconda fase, gli intestini dovrebbero essere popolati con microflora "buona" (latto- e bifodobatteri). Per questo, vengono prescritti farmaci speciali..

Per un trattamento efficace della disbiosi nei neonati, è necessario seguire rigorosamente le prescrizioni del medico e non impegnarsi in "prestazioni amatoriali".

Inoltre, il pediatra può prescrivere una miscela contenente lattobacilli per neonati d'arte. Non è raccomandato dare a un bambino tali miscele senza prescrizione medica. Sarà rilevante includere in quantità sufficienti nella dieta dei bambini che ricevono alimenti complementari, prodotti a base di latte fermentato.

I bambini nutriti naturalmente sono meno sensibili alla disbatteriosi rispetto a "artificiali".

Pertanto, l'allattamento al seno (almeno fino a un anno di età) è la migliore prevenzione della disbiosi. Il latte materno contiene anticorpi contro Escherichia coli, rotavirus, Vibrio cholerae, Shigella, Salmonella e Giardia, nonché il fattore Bifidus, una sostanza che favorisce la crescita della normale microflora. Allo stesso tempo, le madri che allattano devono aderire a una dieta corretta ed equilibrata..

Leggiamo sul tema dell'allattamento al seno:

Vuoi essere il primo a leggere i nostri materiali? Iscriviti al nostro canale di telegrammi, pagina Facebook o gruppo VKontakte.

Siamo a Yandex.Zen - unisciti!

Trattiamo la disbiosi intestinale nei neonati

Circa il 92% dei bambini affronta una malattia intestinale come la disbiosi. I bambini per lo più malati, indeboliti, prematuri sono inclini alla malattia. Ma un bambino sano può anche avere un disturbo intestinale..

Cos'è questa malattia? Per quali motivi può verificarsi la disbiosi nei bambini? È pericoloso, quali sono i suoi sintomi. E, soprattutto, come trattare correttamente. Troverai le risposte a tutte le domande nell'articolo.

Cause di disturbi della microflora nei bambini di età inferiore a un anno

Prima di scoprire le cause del disturbo, scopriamo di cosa si tratta..
Con la malattia, si verifica uno squilibrio della microflora naturale nell'intestino. Nei paesi europei, un tale disturbo non è classificato come una malattia e spesso non viene trattato. Gli esperti sono dell'opinione che sia meglio per il corpo farcela da solo.

Ma molti medici aderiscono a un diverso punto di vista, sostenendo che la disbiosi richiede un trattamento..

Perché c'è una violazione della microflora in un bambino? Fino al momento della loro nascita, il bambino si trova in un ambiente sterile e pulito. Muovendosi lungo il canale del parto al momento della nascita, il bambino inizia la prima "conoscenza" con la microflora naturale della madre, che contiene una varietà di batteri, tra cui dannosi.

Quindi il bambino inizia a "conoscere" diversi batteri: quando bacia, allatta, abbraccia. Vi è una graduale colonizzazione dell'intestino da parte della microflora naturale. I bambini "artificiali" hanno prevalentemente il 92-98% di probiotici nella microflora intestinale. Il resto ricade su batteri neutri, che diventano pericolosi con qualsiasi fattore sfavorevole. Sono le cause della disbiosi intestinale nei neonati..

Disturbi della microflora intestinale: fattori principali

  • Immunodeficienza.
  • Trattamento prolungato o incontrollato con farmaci antimicrobici (si applica sia al bambino che alla madre).
  • Mancato rispetto da parte della mamma delle norme di igiene personale.
  • Cambiamenti nella digestione di alcune sostanze associate a una mancanza di enzimi (intolleranza allo zucchero, caseina, proteine ​​dei cereali).
  • Eccesso di cibo, disturbi alimentari.
  • Frequenti malattie infettive.
  • Invasione elmintica.
  • Malattie di una donna nel periodo prenatale o patologia del parto.
  • Allergia.
  • Trasferimento anticipato dei bambini all'alimentazione con cibo normale.
  • Vivere in aree ecologicamente inquinate.
  • Attacco tardivo al seno.
  • Inizio errato dell'alimentazione complementare.
  • Situazioni stressanti costanti.
  • Dermatite allergica.
  • Manifestazioni di rachitismo.

I principali sintomi della disbiosi

Attenzione: uno squilibrio nella microflora intestinale per il corpo di un bambino piccolo porta spesso a conseguenze e complicazioni avverse. È importante che i genitori riconoscano la malattia in tempo.

I sintomi possono manifestarsi in diversi modi, principalmente questi sono:

  1. Diminuzione, scarso o scarso appetito.
  2. Feci instabili (diarrea) - più di 2-3 giorni.
  3. Stomatite.
  4. Aumento della salivazione.
  5. Cattivo odore dalla bocca.
  6. Pelle secca.
  7. Flatulenza aumentata.
  8. Mal di stomaco, coliche.
  9. Manifestazione di mughetto;
  10. Le feci sono sanguinanti, schiumose o contengono muco verde.
  11. Vomito, nausea.
  12. Segni di dermatite allergica.
  13. Costipazione prolungata.
  14. Il bambino non sta ingrassando o aumenta di peso.

È importante sapere: nei bambini di età inferiore a un anno, le feci sono gialle con un odore simile alla panna acida. Se c'è un po 'di schiuma o muco, questo non indica uno squilibrio nell'intestino e non è considerato qualcosa di anormale. È normale che i bambini che ricevono alimenti complementari abbiano piccoli pezzi di cibo non digerito nelle loro feci..

Il grado di disbiosi per classificazione

La forma di dysbacteriosis differisce a seconda della flora opportunistica prevalente e sono: associati, stafilococco, candidosi. Secondo lo stato clinico, la malattia ha una variante generalizzata, latente o locale.

Il grado di squilibrio nell'intestino nei bambini è determinato dalla composizione della microflora.

1 grado - compensato, il più semplice. La gente lo chiama "colica". Spesso non richiede trattamento. Il bambino continua ad aumentare di peso, ma leggermente meno della norma. Feci invariate o leggermente sottili, ma senza sangue, pus, muco. Potrebbe esserci un leggero gonfiore. Il bambino è attivo, l'appetito è normale, dorme bene. Il trattamento è principalmente limitato a "Espumisan", "Bobotik".

Grado 2 - subcompensato. I bambini diventano irrequieti, difficili da nutrire, si rifiutano di allattare e spesso piangono. La diarrea è sostituita da costipazione, instabilità delle feci, le feci possono avere un odore insolito e pungente. C'è un ritardo nel peso.

Grado 3 - scompensato, i sintomi peggiorano. Il peso diminuisce, la diarrea non si ferma. I grumi sono visibili nelle feci. Il bambino si stanca rapidamente, non dorme bene, non vuole mangiare, piange. Pelle: secca, pallida.

Grado 4 - complicazione di terzo grado, richiede un trattamento ospedaliero urgente. È principalmente accompagnato da infezioni intestinali. Il bambino mostra segni di carenza vitaminica. Sta rapidamente perdendo peso, non vuole mangiare. Spesso c'è un'alta temperatura a causa di processi infiammatori nell'intestino causati da un ambiente patogeno.

Diagnostica della disbiosi

Per confermare la diagnosi, il bambino deve essere mostrato a un gastroenterologo o pediatra pediatrico. Lo specialista prescriverà test di laboratorio, se necessario, ulteriori studi. La condizione delle mucose, la pelle è determinata, l'addome viene palpato per rilevare gonfiore, dolore.
La diagnostica di laboratorio implica l'esame biochimico o batteriologico delle feci per la disbiosi intestinale. I criteri microbiologici sono un aumento o una diminuzione della quantità normale di Escherichia coli, una diminuzione dei lattobacilli, dei bifidobatteri, la scoperta di ceppi alterati, la comparsa di bacilli gram-negativi, clostridi, funghi. Inoltre, le analisi includono uno studio sul corretto assorbimento dei componenti alimentari..

Informazioni per i genitori! Le feci per l'analisi devono essere raccolte in un barattolo sterile in una quantità di almeno 15 grammi e donate appena raccolte. La conservazione in frigorifero è inaccettabile. Se i bambini hanno assunto probiotici prima del test, la loro assunzione viene annullata il giorno prima della raccolta.

Con un grado grave della malattia o sintomi latenti, vengono inoltre prescritti un test biochimico epatico, un'ecografia degli organi, analisi fecali per elminti, lamblia, coprogramma.

Trattamento farmacologico

La violazione della microflora naturale richiede un trattamento corretto e completo. La cosa principale è eliminare gli organismi patogeni e i sintomi inquietanti. Le medicine aiutano a sbarazzarsi di costipazione, diarrea, vomito, migliorare il sonno e l'appetito del bambino.

  1. Si raccomanda alle madri di bambini con cibi complementari di concentrarsi sull'allattamento. I bambini che non ricevono latte materno avranno bisogno di una dieta equilibrata speciale..
  2. Per il trattamento di una semplice forma di disbiosi, vengono prescritti antisettici come prebiotici, batteriofagi, probiotici.
  3. Al terzo e quarto grado, la terapia antibiotica è prescritta sotto forma di farmaci antimicrobici di azione sistemica in combinazione con probiotici (Eubikor, Inulina, Effidigest, Colibacterin). I farmaci combinati sono efficaci nel trattamento.
  4. I batteriofagi sono efficacemente utilizzati nel quarto grado di disbiosi. Quando entrano nell'intestino, iniziano a sostituire immediatamente i patogeni patogeni della flora facoltativa.
  5. Non puoi dare antibiotici ai bambini da solo! Questo tipo di trattamento farmacologico è prescritto dagli specialisti, tenendo conto dei benefici e dei rischi per il bambino.
  6. Con diarrea, costipazione, il trattamento mira a migliorare la motilità intestinale. Un gastroenterologo per bambini prescrive individualmente epatoprotettori, procinetici, lassativi.

Nota: il trattamento è lungo, il corso dura da 10-12 giorni. La durata è determinata dal medico, tenendo conto delle condizioni del piccolo paziente e della presenza di patologie concomitanti. Spesso, un disturbo intestinale è un sintomo di malattie del pancreas, gastrite, diabete mellito, infezione virale, asma, colite. Tali bambini richiedono una supervisione costante da parte di un pediatra..

Dieta di una madre che allatta

Il corpo dei neonati è immaturo al momento della nascita, questo vale anche per il sistema digestivo. Il bambino reagisce spesso bruscamente alle nuove sostanze che entrano nel loro corpo insieme al latte materno.

Con la batteriosi di un bambino, una donna dovrebbe mangiare correttamente, seguendo una dieta. Il principio è un'alimentazione razionale, sana ed equilibrata. Non ci sono restrizioni speciali, ma vale la pena escludere dal menu tutto ciò che può portare a flatulenza e fermentazione nell'intestino. La dieta dovrebbe essere dominata da prodotti a base di latte fermentato, cibi proteici, verdure, frutta, cereali.

Di per sé, il latte materno ha effetti antimicrobici ed è una "cura" per numerose malattie. La microflora intestinale dei bambini si ripristina rapidamente con l'allattamento al seno regolare.

Prevenzione

Puoi prevenire lo sviluppo della disbiosi in anticipo, anche prima che nascano le briciole.

Prima di pianificare una gravidanza, la futura mamma deve sottoporsi a un esame completo per identificare una violazione della flora degli organi genitali.

Se ti aspetti già una briciola, ora puoi prenderti cura della sua salute. Ci sono molti farmaci mostrati nel trattamento della microflora disturbata durante la gravidanza..

È importante mangiare bene, non assumere antibiotici, smettere di fumare e passare molto tempo all'aperto. Inoltre, non sarà superfluo consultare quando, dopo il parto, è necessario iniziare a mettere il bambino al seno..

Per i bambini che sono spesso malati, è utile somministrare probiotici a scopo preventivo..

Sommario

Le malattie del tratto digestivo sono comuni nei neonati. Per qualsiasi cambiamento nelle feci del bambino, dolore addominale, colite, cambiamento nelle feci, consultare il medico. Il trattamento tempestivo iniziato porta ad un rapido recupero senza complicazioni.

Letteratura utile per i genitori

  1. Libro di AL, Sokolov e Yu.A., Kopanev "Disbatteriosi nei bambini". Gli autori non hanno solo descritto in dettaglio il concetto classico di malattia, ma hanno anche fornito schemi per la correzione della microflora intestinale, dati sull'elmintiasi. Ha dato raccomandazioni sull'assunzione dei farmaci necessari e della corretta alimentazione per un bambino di età inferiore a 1 anno.
  2. Il libro del Dr. E.O. Komarovsky "Salute del bambino e buon senso dei suoi parenti." Una guida meravigliosa per i genitori. Il libro è scritto in una forma accessibile, divertente e comprensibile. È indirizzato sia ai genitori maturi sia a coloro che hanno in programma di concepire. Troverai le risposte a molte domande relative allo stile di vita del bambino e consigli su cosa fare in caso di malattia.
  3. Un manuale di Sane Parents è un altro libro del Dr. Komarovsky. Contiene informazioni importanti per tutti coloro che hanno bambini. Descrive in dettaglio lo sviluppo del bambino, le vaccinazioni, la corretta alimentazione, l'esame.

Feedback dei genitori

Anastasia
Il nostro bambino è stato recentemente malato di disbiosi. Il pediatra mi ha raccomandato, come madre che allatta, di correggere la nutrizione. A mio figlio è stato prescritto un rimedio naturale "Liveo" con un alto contenuto di batteri benefici per la microflora intestinale. Dopo 5 giorni, il bambino era completamente privo di sintomi. Smise di piangere, lo sgabello tornò alla normalità, l'appetito era eccellente, non c'era rivestimento bianco sulla lingua. Non assumere il prodotto senza prescrizione medica. Sebbene ci abbia aiutato, assicurati che la diagnosi sia corretta.

Olga
Anche dall'ospedale, rabbrividivo alla parola "disbiosi". E non ci ha superato. All'età di 3 mesi, il mio piccolo figlio ha iniziato ad avere la diarrea, le feci sono diventate muco, verde. Il pediatra ci ha immediatamente inviato per l'analisi, la diagnosi è stata confermata. Abbiamo preso Bifiform con Linex. Sono stati trattati per circa 10 giorni. Non ritardare una visita a uno specialista.

Galina
Mia figlia ha allergie alimentari da 3 mesi. La diagnosi di disbiosi intestinale è stata fatta dopo che, oltre alle eruzioni cutanee, ha sviluppato costipazione, alternata a diarrea mucosa. Raccomandazioni del medico: attenta regolazione del menu (il mio bambino è allattato al biberon). Inoltre, abbiamo passato campioni di allergeni, esclusi gli alimenti provocatori. Ora va tutto bene, non siamo malati.

Larissa
La disbatteriosi nel mio bambino, come si è scoperto dopo, è stata provocata dal mio latte materno grasso. Semplicemente non è stato completamente digerito. Sono passato a una dieta con molti cereali, insalate di verdure, bacche, frutta. I problemi digestivi del bambino sono completamente scomparsi.

Segni, sintomi e trattamento della disbiosi intestinale nei neonati

La disbatteriosi nei bambini di età inferiore a un anno appare abbastanza spesso. Secondo le statistiche, oltre il 90% dei genitori si trova ad affrontare questo fenomeno. Tuttavia, la disbiosi intestinale a questa età non può essere percepita come una malattia separata - non è una patologia, ma piuttosto una condizione della mucosa gastrica, in cui ci sono difficoltà nel digerire il cibo. Con la disbiosi, i bambini sviluppano i classici sintomi di indigestione che spaventano i genitori. In questo caso non dovresti preoccuparti: non tutti i tipi di disbiosi rappresentano un rischio per la salute e nella maggior parte dei casi i sintomi della disbiosi possono essere eliminati con successo.

Quando la disbiosi si verifica nei neonati e cos'è

Il corpo umano contiene ambienti sia sterili che non sterili. Ad esempio, il sangue è sterile, ma l'intestino può essere giustamente definito un mezzo non sterile. Tuttavia, in un neonato, anche l'intestino è sterile, ma già dai primi giorni di vita di un bambino, i batteri iniziano ad abitarlo..

La maggior parte dei batteri è amica del corpo - ad esempio, nell'intestino possono esistere contemporaneamente più di trecento diversi microrganismi. I principali sono:

  • bifidobatteri;
  • lattobacilli;
  • enterococchi;
  • streptococchi.

Non sono in conflitto tra loro solo perché sono contenuti in un certo rapporto - equilibrio. Quando i batteri stanno appena iniziando a penetrare nell'intestino, non riescono ancora a bilanciarsi nell'ambiente. Pertanto, durante il primo anno di vita di un bambino, c'è una "lotta per un posto al sole" tra vari microrganismi. Pertanto, la disbiosi nei bambini è una violazione dell'equilibrio di microrganismi benefici e dannosi durante la colonizzazione dell'intestino..

I medici sottolineano che è impossibile unificare l'insieme di microflora - per ogni bambino è suo e non esiste un elenco con la quantità consentita di alcuni microrganismi. Nella maggior parte dei casi, la composizione dei batteri assomiglierà all'insieme di mio padre e mia madre..

Importante! Oggi i medici praticano la prima degenza congiunta possibile del bambino con i genitori in modo che vi sia uno scambio di microrganismi protettivi necessari per il normale funzionamento del corpo del bambino.

Cause di disbiosi in un bambino allattato al seno

Per capire come trattare la disbiosi, è necessario comprendere la ragione di questo fenomeno, da cui deriva. Quali fattori contribuiscono al disturbo dell'equilibrio della microflora? I medici identificano diversi di questi fattori:

  • immaturità dell'apparato digerente del bambino;
  • nutrizione impropria;
  • infezioni nell'intestino;
  • violazione della microflora dopo antibiotici;
  • situazione ecologica sfavorevole.

Tutti questi fattori in combinazione o singolarmente possono provocare lo sviluppo di disbiosi durante l'allattamento.

Varietà di disbiosi

I sintomi della disbiosi non sono gli stessi in tutti i bambini, poiché la condizione ha i suoi tipi. Quindi, i medici distinguono questi tipi di disbiosi:

  1. Disbiosi compensata - con questo tipo di violazione, i segni esterni non sono visibili. Il bambino sarà allegro, allegro, la sua pancia non fa male, non ha flatulenza e il suo appetito non soffre. Le feci possono avere una consistenza normale, non c'è costipazione o diarrea. Questa condizione viene scoperta per caso, se è necessario superare un test delle feci per un altro motivo.
  2. Senza compensazione: la condizione ha sintomi pronunciati, che molto spesso spaventano i giovani genitori, costringendoli a parlare della disbiosi come patologia. Infatti, il bambino sviluppa i seguenti disturbi:
  • feci molli mescolate con muco, odore sgradevole, bolle, residui di cibo non digerito;
  • a volte costipazione;
  • gonfiore;
  • rigurgito;
  • eruzioni cutanee;
  • placca sulla lingua;
  • perdita di appetito;
  • letargia e sottopeso.

Sono questi sintomi che fanno scattare l'allarme ai genitori e consultare un medico. E questo è corretto, perché alcune malattie del tratto gastrointestinale si manifestano allo stesso modo in cui si manifesta la disbiosi. Pertanto, è necessario superare i test e condurre una diagnosi differenziale competente. Dopotutto, anche un'eruzione cutanea con disbiosi in un bambino, sullo sfondo dell'assenza di altri sintomi, può segnalare una violazione della microflora.

Analisi per la disbiosi

Se sospetti una violazione della microflora intestinale, l'analisi delle feci per la disbiosi non è indicativa. Il fatto è che è impossibile trarre una conclusione sulla disbiosi basata su una sola analisi delle feci, ma questa analisi non è completamente inutile. Dopo aver ricevuto i risultati, si può giudicare la presenza di pericolosi batteri patogeni, che possono anche provocare sintomi simili alla disbiosi. Quindi, i test aiuteranno a diagnosticare la salmonellosi, la dissenteria, ma non la disbiosi..

In pratica, quando si contatta un medico, ai bambini deve essere prescritta un'analisi delle feci o un coprogramma. Come già accennato, l'analisi delle feci aiuta a vedere patogeni e opportunistici:

  • enterobatteri;
  • Shigella;
  • clostridi;
  • funghi;
  • Staphylococcus;
  • salmonella.

L'analisi delle feci è prescritta nei seguenti casi:

  • mal di stomaco;
  • sgabelli instabili;
  • alternanza di costipazione e diarrea;
  • una reazione allergica o eruzione cutanea di origine sconosciuta;
  • sospetto di infezione intestinale;
  • se il bambino è stato trattato con farmaci antibatterici o ormonali.

La procedura per la preparazione e la raccolta di feci per l'analisi della disbiosi

  1. Per alcuni giorni, i medici raccomandano di cancellare eventuali lassativi e di non iniettare farmaci per via rettale. Altrimenti, i risultati potrebbero non essere affidabili..
  2. Gli antibiotici non devono essere assunti 12 ore prima della consegna.
  3. Le feci vengono raccolte in un contenitore pulito, asciutto o in vetro. Indica il cognome, il nome e l'età del bambino, nonché il momento della raccolta del biomateriale.
  4. È sufficiente raccogliere circa 10 ml in modo che il laboratorio possa condurre un'analisi di alta qualità.

Importante! Nel valutare i risultati dello studio, il medico tiene conto di tutti i sintomi e i reclami dei genitori, nonché dell'età del bambino. Se il bambino ha una microflora patogena, verrà fatta una diagnosi appropriata e, in sua assenza e il tasso di feci, il medico concluderà sulla disbiosi.

Unione di pediatri della Russia - disbiosi in un video di bambini

Come trattare la disbiosi in un bambino

Parlare del trattamento della disbiosi non è del tutto corretto, sarebbe più preciso dire della necessità di correggere la microflora. Dopotutto, la normale microflora non provoca tali sintomi e quindi, con la stabilizzazione degli indicatori e il raggiungimento di uno stato di equilibrio individuale, possiamo dire che il problema è stato superato.

Per normalizzare la microflora, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • probiotici;
  • bifidobatteri;
  • prebiotici;
  • preparati enzimatici.

La scelta di un gruppo specifico di farmaci si basa sulla causa della violazione della microflora intestinale. Di solito, con una natura non infettiva, un bambino ha abbastanza rimedi per la disbiosi, come:

Questi prodotti sono realizzati tenendo conto dell'età infantile del principale contingente dei consumatori, quindi si prendono cura della microflora intestinale del bambino.

L'opinione di alcuni pediatri è fondamentalmente opposta alle principali raccomandazioni per l'organizzazione della nutrizione e di uno stile di vita sano per un bambino. I medici ritengono che la disbiosi debba solo essere sopportata. Il corpo è un complesso sistema autoregolante, quindi può facilmente combattere i disturbi della microflora e la domanda su come trattare la disbiosi scompare da sola in 3-7 giorni, quando gli intestini vengono ripristinati. Il vantaggio principale di quanto sopra è la sicurezza, quindi se non aiutano il bambino, sicuramente non danneggeranno.

Importante! Per la normalizzazione della microflora, è importante aderire a metodi non farmacologici per aiutare un piccolo paziente. Durante la disbiosi, è necessario mantenere l'allattamento al seno e non passare alla formula, anche se la madre pensa che il bambino abbia fame e non mangi abbastanza. La perdita temporanea di appetito durante questo periodo è normale..

Anche la madre dovrebbe seguire una dieta: non mangiare cibo pesante e spazzatura. È importante osservare la routine quotidiana, non rinunciare a camminare, normalizzare il sonno ed eliminare tutti i tipi di fattori di stress.

Video Doctor Komarovsky sulla disbiosi in un bambino

Il dottor Komarovsky sulla disbiosi nei neonati

La disbatteriosi in un bambino allattato al seno non è sinonimo di avvelenamento, sebbene in alcuni sintomi queste condizioni siano simili, e le nonne rigorose aggrottano la fronte con disbiosi e rimproverano ai giovani genitori che non hanno osservato l'igiene, come era ai loro tempi... Oggi, le opinioni pediatriche sono state ampiamente sottoposte cambia, e il famoso pediatra Yevgeny Olegovich Komarovsky è un ardente oppositore della parola sterilità, non identificandola in alcun modo con la purezza. La sterilità e l'intenzione di proteggere il bambino dal mondo esterno danneggiano maggiormente il bambino, quindi il medico promuove la genitorialità cosciente, quando la disbiosi non è percepita come una malattia e i genitori non hanno fretta di dare al bambino medicine.

Disbatteriosi di 3 gradi nei neonati

Secondo una ricerca di specialisti, il 95% dei bambini soffre di disbiosi durante il primo anno di vita. I bambini che vengono allattati al seno o immunocompromessi sono più sensibili a questa patologia rispetto ad altri. Quali sono le cause, le manifestazioni e le caratteristiche del trattamento della disbiosi nei neonati? Le risposte a queste e ad altre domande sono disponibili in questo articolo..

Cause dell'evento

In determinate condizioni, l'equilibrio della microflora intestinale è disturbato, il che porta a conseguenze negative nell'organismo immaturo del bambino. Molte ragioni possono causare uno squilibrio nella microflora, tra cui:

- problemi di salute nella madre durante la gravidanza;

- difficile parto e trauma alla nascita;

- immaturità del tratto gastrointestinale;

- assunzione forzata di antibiotici, farmaci ormonali o antinfiammatori;

- situazioni stressanti, condizioni sociali sfavorevoli,
instabilità neuropsichiatrica in un bambino;

- primo attacco in ritardo al seno della madre;

Sintomi di disbiosi nei neonati

È possibile determinare lo squilibrio della microflora dai seguenti sintomi:

- alito cattivo dalle briciole;

- frequente colica animale;

- aumento della salivazione;

- dermatite allergica;

- stomatite o mughetto;

- mal di stomaco che dura più di due giorni (costipazione, diarrea, vomito);

- scarso appetito o mancanza di esso;

- lento aumento di peso in un bambino;

- Abbondanza di schiuma, muco verde o macchie di sangue nelle feci. È importante capire che i bambini hanno normalmente feci gialle e la loro consistenza ricorda la panna acida. È normale avere un po 'di schiuma o muco. E nei bambini che sono allattati al biberon o che stanno già ricevendo alimenti complementari, le feci possono contenere piccoli pezzi di cibo non digerito.

Grado di disbiosi

Gli specialisti nel campo della pediatria distinguono quattro gradi di questa patologia:

- la disbiosi di 1 grado nei bambini si manifesta per mancanza di appetito, basso aumento di peso. Le briciole hanno flatulenza e le loro feci diventano incolori. Ciò è dovuto principalmente alla cattiva alimentazione o a una reazione allergica agli allergeni alimentari. Allo stesso tempo, le condizioni del bambino sono fuori pericolo;

- la disbiosi di grado 2 nei bambini è caratterizzata da flatulenza, grave colica nell'addome, mancanza di appetito, alterazioni dei movimenti intestinali (costipazione o diarrea). Lo sgabello è verde, caratterizzato da un odore sgradevole e intervallato da pezzi di cibo non digerito. In uno studio di laboratorio, vengono rilevati stafilococchi, proteas e microrganismi fungini;

- la disbiosi di grado 3 nei neonati è caratterizzata da una significativa moltiplicazione di microrganismi patogeni. Le briciole possono presentare diarrea cronica, mentre le feci hanno una tinta verdastra e un odore marcio. Una grande quantità di grumi alimentari non digeriti sono chiaramente visibili nelle feci. La difesa immunitaria del bambino cade, compaiono i sintomi del rachitismo. Può verificarsi un'eruzione cutanea sulla pelle con disbiosi nei neonati. Inoltre, il bambino è tormentato da nausea, flatulenza, crampi addominali, mancanza di appetito, malessere generale;

- la disbiosi di grado 4 nei neonati è caratterizzata da un numero enorme di microrganismi dannosi che possono causare dissenteria, salmonellosi o altre malattie infettive. In questo caso, i microrganismi patogeni entrano in altri organi e possono causare processi infiammatori in qualsiasi parte del corpo. Una grande quantità di tossine si accumula negli organi, causando avvelenamento, debolezza, mal di testa e febbre alta. La diarrea nelle briciole diventa cronica, le feci hanno un odore putrido. Il bambino inizia improvvisamente a perdere peso, diventa nervoso, ha sintomi di anemia e carenza di vitamina.

Diagnosi della malattia

La diagnosi di questa patologia si basa non solo su una combinazione di sintomi, ma anche utilizzando test per la disbiosi.

La decifrazione dei test per la disbiosi nei neonati è simile alla seguente:

- normalmente, non ci sono enterobatteriaceae patogene e Escherichia coli emolizzante nelle feci del bambino;

- l'echhekhiriya dovrebbe essere contenuto nella quantità di 300-400 milioni / g;

- Escherichia coli con ridotta attività enzimatica non deve superare il 10% del numero di tutti i microrganismi;

- enterobatteri negativi al lattosio normalmente non superano il 5% e microrganismi coccalici entro il 25% del numero totale di microbi.

Se sospetti la disbiosi in un bambino, il medico fissa un appuntamento per i seguenti test di laboratorio:

- coprogramma - determina il grado di digestione del cibo da parte dell'intestino delle briciole;

- semina di microflora condizionatamente patogena per identificare la percentuale di batteri obbligati;

- semina di feci per disbiosi - determina il rapporto tra microflora sana e patogena e la sua sensibilità agli antibiotici.

Come raccogliere le feci dai bambini per la disbiosi? Le feci fresche (almeno 10 g) vengono raccolte in un apposito contenitore sterile (venduto in farmacia) o in un barattolo di vetro pulito. È severamente vietato conservare il biomateriale raccolto a temperatura ambiente. In tali condizioni, la sua microflora non viene preservata, poiché aumenta il numero di alcuni microrganismi. Va inoltre tenuto presente che se un bambino riceve probiotici, questi vengono annullati prima di raccogliere il biomateriale..

Trattamento della disbiosi nei neonati

Questa patologia nei bambini del primo anno di vita richiede un corso di terapia complesso e lungo..

Con la disbiosi, al bambino vengono prescritti antisettici intestinali. Sotto l'influenza di questi farmaci, vengono distrutti solo i microrganismi patogeni e opportunistici. Insieme ai batteriofagi, il medico prescrive i sorbenti che rimuovono le tossine e gli enzimi che aiutano a normalizzare il sistema digestivo..

Nella fase successiva della terapia, il tratto gastrointestinale è popolato da microflora positiva con farmaci speciali. Per le briciole che vengono alimentate artificialmente, il medico può prescrivere una miscela con l'aggiunta di lattobacilli. Nonostante il fatto che tali miscele siano vendute senza prescrizione medica in farmacia, non è consigliabile darle a un bambino senza prescrizione medica. Sarà sufficiente includere nella dieta di un bambino che riceve alimenti complementari, prodotti a base di latte fermentato.

È importante che nel processo di trattamento della disbiosi, i parenti non si impegnino in attività indipendenti e seguano rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico.

Ciò che il Dr. Komarovsky dice sulla disbiosi si trova nel video:

L'alimentazione naturale è la migliore prevenzione della disbiosi. Ciò è dovuto al fatto che il latte materno contiene anticorpi che resistono a E. coli, infezioni da rotavirus, salmonella, lamblia e altri microbi patogeni. Inoltre, il latte materno contiene una sostanza che attiva la crescita della flora sana nell'intestino (fattore bifido). Una condizione importante per tali proprietà positive del latte materno è la corretta e sana alimentazione di una donna che allatta..

Ai primi sintomi di disbiosi, i genitori dovrebbero contattare immediatamente uno specialista e superare tutti i test necessari. È molto più facile curare la malattia nelle fasi iniziali rispetto alle condizioni trascurate. Al fine di prevenire lo squilibrio della microflora nel fragile corpo delle briciole, una donna che allatta deve condurre uno stile di vita sano e seguire le regole di una dieta sana.

La disbatteriosi si verifica nella maggior parte dei neonati. Ciò è dovuto al fatto che il sistema digestivo dei bambini non è ancora stabile, anche un leggero cambiamento nella nutrizione porta alla crescita di microrganismi patogeni nell'intestino. I bambini indeboliti con bassa immunità sono più sensibili alle malattie. Al fine di prevenire lo sviluppo della disbiosi, i genitori dovrebbero conoscere i motivi della sua insorgenza..

Caratteristiche della microflora intestinale nei neonati

Nel corpo dei neonati, non ci sono microrganismi benefici che facilitano la digestione del cibo. Prima della nascita, il feto riceve nutrienti dalla placenta della madre. Dopo la nascita, il bambino deve mangiare in modo indipendente. Il sistema digestivo inizia a cambiare, adattandosi a nuove condizioni.

Presto, gli intestini iniziano a colonizzare bifidobatteri e lattobacilli, il cui numero aumenta gradualmente. Questi rappresentanti della microflora contribuiscono all'assorbimento dei nutrienti dal cibo e dovrebbero essere presenti nel corpo di ogni persona sana. Tali batteri lo proteggono da microbi patogeni. Anche i colibatteri svolgono un ruolo importante nel processo di digestione, ma il loro numero nell'intestino dovrebbe essere insignificante..

Oltre alla microflora benefica, il corpo dei neonati contiene clostridi, enterococchi, streptococchi e altri microrganismi obbligati che non sono coinvolti nel processo di digestione. Il numero di questi batteri dovrebbe rientrare nell'intervallo normale. L'immunità indebolita rende possibile la moltiplicazione della microflora patogena, che porta alla comparsa di disbiosi.

Che cos'è la disbiosi?

La disbatteriosi è una condizione in cui l'equilibrio tra microflora benefica e batteri patogeni è disturbato nell'intestino. Il gruppo a rischio comprende neonati:

  • nato prima o dopo;
  • quelli che sono in ospedale per molto tempo dopo il parto;
  • che non sono allattati al seno o che hanno allattato al seno in ritardo;
  • ferito durante il parto;
  • soffre di infezioni respiratorie acute o malattie gastrointestinali;
  • soffre di allergie, anemia, rachitismo.

Con l'indebolimento del corpo del bambino, il numero di batteri benefici nell'intestino diminuisce, il che porta alla crescita di microflora patogena (funghi, stafilococchi, streptococchi e altri). La disbatteriosi è una sindrome concomitante e nella maggior parte dei casi scompare quando vengono eliminate le cause della sua insorgenza. La disbatteriosi nei neonati non è una malattia, indica solo una violazione della microflora intestinale sotto l'influenza di fattori avversi.

Le ragioni per lo sviluppo della malattia

Per prevenire la comparsa di disbiosi nei neonati, è necessario conoscere i motivi principali dello sviluppo di questa malattia..

I seguenti fattori possono provocare la crescita di batteri patogeni nei neonati:

Il grado di sviluppo della disbiosi nei bambini e nei suoi tipi

Esistono 4 gradi di progressione della disbiosi, caratterizzati da vari sintomi:

EnergiaCondizioni del bambino e sintomi caratteristiciTrattamento
1 ° gradoIl bambino sta bene. La microflora è dominata da batteri benefici. Viene diagnosticata la presenza di microflora opportunistica nelle feci. In questa fase, appare una reazione batterica che non influisce sul comportamento del bambino. Lo stato di squilibrio si verifica quando si passa alla formula dopo l'allattamento, all'inizio dell'alimentazione complementare.Non è richiesto alcun trattamento medico. Il corpo del bambino affronta in modo indipendente e la condizione è normalizzata.
2 ° gradoIl bambino non sta ingrassando bene. Ha gonfiore, coliche, è possibile la diarrea. Vi è una crescita di microrganismi patogeni che possono sopprimere la normale microflora. Diversi tipi di E. coli si trovano nelle feci..È richiesto un esame pediatra. Si consiglia una revisione della dieta di una madre che allatta. Se il bambino mangia la formula, deve essere cambiato..
Livello 3La disbatteriosi di 3 ° grado si manifesta nei neonati sotto forma di infiammazione e dolore nella pancia, diarrea prolungata con particelle di cibo non digerito. L'intestino è dominato da batteri patogeni. L'analisi rivela un gran numero di stafilococchi, seratia e altri agenti patogeni.È necessaria la terapia medica raccomandata da un medico. Vengono effettuati test per confermare la diagnosi.
4 gradiCon disbiosi di 4 gradi, la salute del bambino peggiora bruscamente. C'è una rapida crescita di agenti patogeni. Aumento del vomito e della diarrea, con conseguente perdita di peso. Il corpo del bambino è in fase di intossicazione.Il neonato ha bisogno di un trattamento probiotico urgente. Se la disbiosi non viene trattata, diventa cronica..

Segni e sintomi di disbiosi in un bambino

Ogni bambino ha un disturbo digestivo di volta in volta che non è un segno di malattia. Se i sintomi non scompaiono, ma continuano a intensificarsi, questo indica la comparsa di disbiosi nel bambino. I segni di uno squilibrio persistente della microflora intestinale nei neonati sono i seguenti:

Diagnostica della disbiosi

Per diagnosticare la disbiosi nei neonati, i pediatri utilizzano diversi metodi di base:

  1. Sintomi. Prima di prescrivere la terapia terapeutica, il medico determina la presenza di sintomi caratteristici della disbiosi. Questi includono perdita di appetito, gonfiore, rigurgito frequente, feci instabili.
  2. Anamnesi. Questo metodo diagnostico è molto importante per stabilire un quadro clinico completo. Include la raccolta di informazioni sul bambino, come la presenza di lesioni alla nascita, malattie passate, infezioni, assunzione di antibiotici, tipo di alimentazione, foto di raggi X, ecc..
  3. Analisi di laboratorio di sangue e urina. Secondo i risultati del test, sono escluse le malattie dell'apparato digerente.
  4. Analisi delle feci. Ti permette di determinare la composizione qualitativa della microflora, quale tipo di batteri prevale e in quale rapporto. Questo tipo di analisi non può riflettere completamente tutti i tipi di microrganismi, poiché il loro numero nelle feci è molto inferiore rispetto all'intestino. Per l'affidabilità dei risultati, le feci per l'analisi devono essere fresche e in un contenitore sterile..
  5. Cultura batteriologica. Analisi delle feci per la presenza di disbiosi (si consiglia di leggere: come eseguire un'analisi delle feci per la disbiosi nei neonati?). Una procedura lunga che richiede almeno 7 giorni. I risultati determinano quale tipo di antibiotico dovrebbe essere usato nel trattamento..
  6. Raggi X ed ultrasuoni. Questo tipo di diagnosi viene utilizzato quando si sospetta una malattia intestinale che può essere pericolosa per i bambini..

Trattamento neonato

La terapia terapeutica per la disbiosi dipende dal grado della sua progressione. Al fine di eliminare i sintomi iniziali dello squilibrio della microflora intestinale, non è necessario ricorrere al trattamento medico. Nella maggior parte dei casi, è sufficiente osservare il regime di alimentazione e, se il bambino viene alimentato artificialmente, cambiare la miscela. Con disbiosi di 3 e 4 gradi, la terapia complessa sarà richiesta per molto tempo.

La disbatteriosi viene trattata con tre tipi di farmaci: probiotici, prebiotici e batteriofagi. Il trattamento sarà più efficace se si somministrano prima i sorbenti per bambini che hanno la capacità di rimuovere le tossine che si sono accumulate nel corpo durante la malattia. Ciascuno dei farmaci ha la sua composizione e caratteristiche dell'effetto sul corpo.

La composizione dei probiotici comprende batteri lattici, enterococchi, Escherichia coli, funghi del genere Candida. I probiotici aiutano a normalizzare la microflora intestinale. Alla fine del trattamento, viene ripristinato l'equilibrio tra microrganismi benefici e patogeni e si osserva un miglioramento del benessere del bambino.

Le medicine per il trattamento devono essere prescritte da un medico. Sulla base dei risultati del test, sulla base di segni caratteristici, il pediatra seleziona un regime di trattamento individualmente per ciascun bambino. Per i disturbi intestinali minori, è consigliabile utilizzare probiotici di prima generazione. Le infezioni gastrointestinali in forma acuta sono trattate con probiotici di terza e quarta generazione.

I prebiotici sono sostanze che promuovono la crescita della microflora benefica. Questi includono vitamine, proteine, carboidrati e oligoelementi. I preparati sono realizzati con ingredienti naturali. Nella loro produzione vengono utilizzati cereali, semi di soia, alghe, barbabietole e funghi. Tutti i prebiotici sono divisi in due tipi:

  • Clean (Laktusan, Lizalak).
  • Combinato (Polysorb, Lactofilrum). Durante la produzione, gli enterosorbenti vengono introdotti nella loro composizione.

L'effetto terapeutico dei prebiotici è un effetto complesso sul corpo del bambino. Come risultato dell'assunzione del farmaco, aumenta la quantità di microflora utile, inizia il processo di rigenerazione delle pareti intestinali, l'acidità viene normalizzata, l'immunità viene rafforzata, i sintomi spiacevoli della disbiosi scompaiono.

Il principio di azione dei batteriofagi si basa sul fatto che i virus nella loro composizione sopprimono la crescita di batteri patogeni senza influire sui ceppi benefici. Per capire quale dei batteriofagi utilizzare, è necessario determinare correttamente il tipo predominante di microflora patogena. Il corso di trattamento raccomandato è di 10 giorni.

Alcuni medici ritengono che la disbiosi possa essere curata senza assumere farmaci. La terapia si basa su una dieta equilibrata. Se la microflora è disturbata, l'allattamento non può essere interrotto.

Durante l'allattamento, una madre deve seguire una dieta rigorosa, in cui cibi grassi, piccanti, acidi e dolci dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Promuovono la fermentazione e irritano le mucose. È meglio se la dieta contiene più prodotti a base di latte fermentato naturale..

Con l'alimentazione artificiale sono utili miscele con probiotici e batteri lattici. Quando si introducono alimenti complementari, i piatti di acido lattico dovrebbero prevalere nella dieta dei neonati. Dovrebbero essere naturali e realizzati con colture starter fatte in casa. Questa miscela viene venduta nella cucina casearia per bambini..

Misure preventive

La disbatteriosi nei bambini è un evento comune, ma può essere evitata osservando alcune semplici misure per la prevenzione prima e dopo la nascita del bambino. Durante la gravidanza, la madre deve monitorare la microflora dei genitali, mangiare bene ed eliminare le cattive abitudini.

Quando nasce un bambino, l'allattamento al seno deve essere iniziato immediatamente. Per sostenere l'immunità, si raccomanda di non interrompere l'allattamento fino a 1-2 anni. L'introduzione tempestiva di alimenti complementari ha un effetto benefico sullo stato del tratto gastrointestinale. La mamma dovrebbe sapere come riconoscere la disbiosi ai primi segni e quindi consultare un medico. L'autotrattamento a casa è pericoloso per la salute del bambino.

All'interno dell'utero, il bambino è tenuto in condizioni sterili. Con una gravidanza di successo, nessun virus e batterio penetra nel liquido amniotico che circonda il bambino. Per la prima volta, un bambino si incontra con loro dopo il parto, si potrebbe dire, già nel momento stesso della rottura della membrana amniotica.

Durante il parto naturale, dopo la rottura della vescica, la microflora della cervice e della vagina della madre entra nella cavità orale del bambino. Durante un taglio cesareo, i microrganismi della sala operatoria e le mani del chirurgo entrano nella cavità orale del bambino. Tutti i virus, i batteri iniziano la loro riproduzione attiva: formano molto rapidamente colonie che popolano l'intestino, la pelle, il tratto respiratorio e urinario.

Quanto durerà questa disbacteriosi temporanea (o come viene correttamente chiamata - transitoria) dipende da quali microrganismi - utili o patogeni - sono i primi a penetrare nel corpo del bambino.

La disbiosi transitoria è un processo in cui gli anticorpi del latte materno hanno un effetto benefico sulla crescita delle colonie di microbi benefici e sulla loro soppressione di microrganismi opportunistici. Ne consegue che l'attaccamento precoce del bambino al seno è estremamente importante: nel latte materno ci sono quegli anticorpi protettivi che aiutano la disbiosi neonatale a passare il più facilmente possibile.

Parto traumatico, taglio cesareo, infezioni intrauterine - tutto ciò, al contrario, complica la situazione di disbiosi transitoria, aumenta il rischio di patologie, diventa più facile per le infezioni attaccare il corpo del bambino.

Sintomi e segni che possono essere visti in un bambino

Diciamo subito: ce ne sono molti, perché la disbiosi stessa colpisce il corpo nel suo insieme.

Come reagisce l'intestino ai microbi (o alle manifestazioni di disbiosi intestinale):

  • Sgabello aumentato
  • Colica intestinale
  • Il colore delle feci cambia (da nero stretto a giallo pallido)
  • Gonfiore (eccesso di gas)
  • Rigurgito frequente
  • Noduli cagliati non digeriti nelle feci
  • Mughetto orale

Sono possibili eruzioni cutanee da pannolino e allergie.

Il dottor Komarovsky riguardo al trattamento

Come si manifesta la disbiosi?

La disbatteriosi si manifesta nei neonati in diversi modi. Alcuni bambini soffrono di gonfiore, dolore e coliche. Il bambino diventa irrequieto, spesso piange, a volte non succhia bene. All'esame, il pediatra presta attenzione alla perdita di peso.

Altri bambini hanno frequenti diarrea o costipazione. Noduli di cibo non digerito possono essere visti nelle feci. Lo sgabello ha un odore sgradevole. L'ombra delle feci è verdastra. Le manifestazioni di disbiosi comprendono rigurgito frequente..

Nei neonati con disbiosi si osserva spesso la diatesi. La pelle è coperta di eruzioni cutanee. Le aree della pelle possono diventare rosse, secche, pruriginose, il che provoca disagio al bambino.

Nei neonati, il mughetto a volte si sviluppa nella cavità orale, che è anche spesso il risultato di una violazione della microflora intestinale. A volte aumento della salivazione.

Un'eruzione cutanea è un segnale d'azione

Spesso, un'eruzione cutanea può essere vista sulla pelle dei bambini. Questi possono essere punti, vesciche, vesciche, papule. La pelle dei bambini è particolarmente sensibile e reagisce a molte cose. La causa dell'eruzione cutanea è spesso sia un'allergia al cibo della madre, i farmaci e il contatto, la dermatite da pannolino, il calore pungente.

È con un'eruzione cutanea che il corpo del bambino spesso reagisce alla disbiosi intestinale. Le macchie appaiono sia sul viso che sulle braccia, sui glutei e sulle gambe del bambino. Possono prudere e disturbare il bambino..

Conducendo uno studio appropriato per la disbiosi, l'uso di farmaci antibatterici e probiotici aiuta a far fronte a questo problema.

Feci nei neonati con disbiosi

Le feci del bambino dovrebbero essere normalmente acquose, gialle, verdastre o marrone chiaro. Particelle di cibo possono essere presenti. Molto dipende dal tipo di alimentazione, dall'introduzione di alimenti complementari nella dieta del bambino, dall'uso di droghe. La disbiosi intestinale influenza anche fortemente il colore, la consistenza e l'odore delle feci..

Con la disbiosi, potrebbe esserci un sacco di muco e schiuma nelle feci del bambino. Le feci possono contenere grumi di cibo non digerito. È possibile una frequente diarrea, che dura per diversi giorni..

La frequenza delle feci dipende dall'età del bambino. Quindi, nel primo mese, il bambino può svuotare l'intestino dalle sette alle otto volte al giorno. Entro un paio di mesi, questo processo è ridotto a tre o quattro volte. Inoltre, il bambino defeca una volta al giorno o anche dopo due giorni.

Le feci dipendono anche dal tipo di alimentazione. Nei bambini allattati al seno, le feci sono più spesso gialle, più dense delle feci nei bambini allattati al seno.

Con l'introduzione di alimenti complementari, anche le feci cambiano. Le feci spesso diventano più difficili, a volte è possibile dolore all'addome del bambino. A volte, ai primi tentativi di nutrire il bambino, ad esempio, con succo di mela (anche in quantità molto piccole), il colore delle feci può persino diventare nero. Ciò è dovuto a una carenza di enzimi: il sistema digestivo non è ancora in grado di far fronte all'introduzione di nuovi alimenti. Quindi, ad esempio, alle prime poppate di carote, lo sgabello a volte diventa giallo brillante. Quando si aggiungono zucchine o broccoli, i movimenti intestinali diventano spesso verdi.

Analisi per la disbiosi

Quando compaiono segni di disbiosi nel bambino, il pediatra prescrive un esame fecale e un coprogramma. Se al bambino sono già stati prescritti agenti antibatterici, le feci vengono raccolte almeno dodici ore dopo la fine della loro assunzione. Quando si tratta con probiotici, l'analisi viene eseguita non prima di un mese dopo il corso di questi farmaci.

  • Lo studio delle feci è batteriologico. Questa analisi identifica i microrganismi contenuti nell'intestino e determina anche il rapporto tra microflora patogena e sana.
  • Feci da semina. Questa analisi mostra anche la percentuale di microflora patogena e sana e determina anche il grado di sensibilità ai farmaci antibatterici..
  • Coprogram. Questa diagnosi aiuta a determinare la presenza o l'assenza di infiammazione nell'intestino e mostra anche l'efficacia della digestione degli alimenti.
  • Il test escretore del respiro fornisce un rapido risultato che rileva i tipi di microrganismi nell'intestino e identifica i loro prodotti di scarto.

È necessario raccogliere le feci per la ricerca in un barattolo pulito. Le feci devono essere fresche.

Trattamento di disbiosi, come e come trattare?

La disbiosi transitoria, che passa senza complicazioni, non necessita di trattamento. Se non passa nelle infezioni intestinali e non appare ancora in formazioni sulla pelle, passerà abbastanza rapidamente da solo.

Anche se qui è possibile (su raccomandazione di un medico) un aiuto sintomatico. E questi sono: farmaci antispasmodici (No-shpa o Papaverina), farmaci contro l'accumulo di gas nell'intestino (Smecta), enzimi digestivi, se non prodotti abbastanza (Mezim / Pancreatina).

Il medico può prescrivere farmaci dal gruppo probiotico a fini profilattici, nonché dopo un ciclo di assunzione di antibiotici. Spesso il medico prescrive Linnex, Lactobacterin, Bifidumabacterin, ecc..

Se si verificano mughetto e dermatite da pannolino fungina, la pelle dovrà essere lubrificata con preparati speciali (ad esempio Pimafucin) e sciacquare la bocca con una soluzione di soda.

In modo che non ci siano complicazioni, durante il periodo di disbiosi infantile, limitare tutti i contatti del bambino con estranei. Un'eccezione dovrebbe essere fatta solo per un medico, ma lasciare che numerosi parenti visitino il bambino quando la malattia è passata. Per questo motivo, i medici insistono sulla degenza congiunta della madre e del bambino in ospedale e inoltre non trattengono la giovane madre con il bambino in questo istituto senza serie ragioni. Consigliano inoltre di non ricevere ospiti per i primi tre mesi, di non creare condizioni stressanti per il corpo di un bambino così fragile..

Il dottor Komarovsky sulla disbiosi nei neonati

L'allattamento al seno in ritardo: come influisce?

Questo è un argomento così importante che vorrei parlarne più in dettaglio. La prima e più importante fonte per la microflora intestinale del bambino è il colostro della madre. Secondo tutte le leggi della natura, dovrebbe essere il primo a penetrare nel sistema digestivo del bambino e ad avviare processi così importanti. Immediatamente dopo la nascita, il bambino dovrebbe essere posizionato sulla pancia della madre e applicato direttamente sul seno.

Non mettere su un bambino solo se ha bisogno dell'aiuto urgente di un neonatologo. Se il bambino è sano, ha urlato se stesso, la madre può insistere per fare domanda.

Se il bambino conosce il seno di sua madre solo un giorno o due dopo il parto, l'intestino sarà popolato da batteri, ad esempio da un'infermiera, che lo nutrirà da un biberon. Sarà fortunato se il suo corpo percepirà normalmente questi microrganismi estranei, ma potrebbe essere diverso.

Che cos'è lo Staphylococcus aureus nei neonati? Discutiamo dell'infezione.

Qui parleremo di brufoli sul viso dei bambini. Scopriamo come sbarazzarci di loro.

In questo articolo impareremo la carenza di lattosio. Parliamo di sintomi e trattamenti.

Cos'altro causa la disbiosi?

Molto spesso, la causa di questo disturbo è la terapia antibiotica. Più ampio è lo spettro d'azione di un particolare antibiotico, maggiore è il rischio che soffrirà la microflora intestinale.

Pertanto, vengono presi in considerazione tutti i fattori che si riflettono nell'azione dell'antibiotico sul corpo..

Tanto più che una madre che allatta deve monitorare attentamente tutti i farmaci che assume, poiché i loro componenti penetrano anche nel latte materno.

Pubblicazioni Su Colecistite

Cancro rettale: sintomi, diagnosi, trattamento, prognosi

Dissenteria

Le malattie rettali sono spesso rilevate in una fase successiva. Questa situazione è spiegata da una visita prematura al medico, i sintomi costringono il paziente ad andare in ospedale.

Sensazione di pesantezza allo stomaco

Dissenteria

Ne deriva una sensazione di pesantezza allo stomaco, ma cosa analizzeremo esattamente in questo articolo.Il digiuno e uno stomaco irritatoAnche una persona sana può provare una sensazione di pesantezza allo stomaco se la sua vita è accompagnata dai seguenti fattori dannosi: