logo

Cosa causa dolore nella regione epigastrica? Cause e trattamento

La regione epigastrica è limitata al processo xifoideo ed è di grande importanza clinica nella diagnosi delle malattie e nella posizione degli organi interni. A volte un sintomo è sufficiente per fare una diagnosi preliminare. In questa zona, gli organi sono localizzati in modo molto denso, quindi il rischio di malattie e vari disturbi è molto più elevato rispetto ad altre zone.

Caratteristiche della posizione dell'epigastrio

Il secondo nome della zona descritta è l'epigastrio. La regione epigastrica si trova sotto le costole ed è limitata dalle seguenti linee:

  • bordi esterni del muscolo retto dell'addome;
  • la parte iliaca, che collega la colonna vertebrale anteriore delle ossa iliache;
  • area delle costole situata alle estremità di 12 costole.

Pertanto, l'epigastrio inizia dalla parte inferiore del torace ed è diviso in 3 parti dai muscoli del retto dell'addome. Se una persona tende gli addominali o alza la testa, queste linee sono chiaramente visibili.

Organi situati all'interno

Nella zona epigastrica si distinguono l'ipocondria destra e sinistra, così come la regione epigastrica, che viene spesso chiamata epigastrio. Questa zona comprende:

  • anse dell'intestino tenue;
  • la parte principale dello stomaco;
  • la sezione iniziale del duodeno;
  • pancreas;
  • i poli superiori dei reni (ma non in tutti i pazienti);
  • lobo sinistro del fegato.

Le sensazioni dolorose nella zona epigastrica sono il sintomo più comune che indica una patologia del sistema digestivo.

Immagine topografica della cavità addominale

L'addome umano può essere diviso in 9 aree usando 4 linee che si estendono dall'arco costale destro a sinistra, dal ramo iliaco l'una all'altra, e anche dal lato sinistro e destro dell'ombelico. Il risultato è:

  • giusto ipocondrio;
  • ipocondrio sinistro;
  • epigastrio;
  • la regione ombelicale;
  • zona laterale destra;
  • zona laterale sinistra;
  • parte iliaca sinistra;
  • parte iliaca destra;
  • regione sovrapubica;
  • all'ipogastrio.

L'epigastrio si trova al centro di questa immagine ed è limitato dall'ipocondria, così come dal processo xifoideo. Il sottostrato e l'epigastrio sono concetti sinonimi di medicina. Ma esiste un'altra definizione, secondo la quale l'epigastrio è l'area di proiezione dello stomaco sulla parete addominale anteriore. Se guardi l'anatomia umana, ottieni quasi gli stessi confini..

Caratteristiche della diagnosi di malattie epigastriche

Per studiare lo stato dell'epigastrio, ci sono molti metodi specifici volti a diagnosticare le malattie degli organi situati in questa zona. Più popolare:

  • L'ESR, ovvero la velocità di sedimentazione degli eritrociti, è un modo semplice ed economico di esaminare, indicando la presenza di patologie infiammatorie. L'ESR è determinato attraverso il sangue.
  • Analisi delle urine: consente di evidenziare la presenza di infezione nei reni, del tratto urinario e anche di sospettare la presenza di malattie in cui i reni e la vescica possono essere coinvolti nel processo patologico.
  • La biochimica del sangue è un'analisi obbligatoria per sospetti disturbi nel pancreas e nel fegato, con il suo aiuto è possibile determinare la presenza di alcuni enzimi.
  • Esame endoscopico - eseguito per esaminare l'esofago e lo stomaco. Durante la procedura, il medico riceve un campione di tessuto, che viene quindi inviato per una biopsia e può anche prelevare un campione di succo gastrico. Con l'aiuto di endoscopia, gastrite, ulcere, tumori, polipi e altre malattie dello stomaco vengono rilevati con alta precisione.
  • Esame a raggi X ed ultrasuoni del peritoneo: fornisce un quadro accurato dello stato degli organi interni situati nella cavità.

Inoltre, quando gli ultrasuoni e i raggi X non forniscono dati precisi, vengono prescritti RM e TC. Queste tecniche ti consentono di studiare lo stato degli organi a strati. L'ECG viene eseguito nei casi in cui vi è il sospetto di malattie cardiache.

L'esame medico in caso di sintomi spiacevoli nella regione epigastrica è uno schema passo-passo ben sviluppato per lo studio degli organi e dei risultati dei test. Nella maggior parte dei casi, i medici ricevono una diagnosi accurata al 100% utilizzando solo questo elenco di metodi..

Significato clinico dell'epigastrio

Nella maggior parte dei casi, il dolore epigastrico è combinato con altri sintomi: febbre, difficoltà respiratorie, disagio nell'area del cuore, disturbi digestivi e gonfiore.

Per ogni malattia, viene diagnosticata una determinata serie di sintomi:

  • Ulcere allo stomaco e all'intestino. Il dolore diventa respirazione insopportabile, acuta, inquietante. Più il paziente segue la dieta, più spesso si sviluppano esacerbazioni. Il dolore da pugnale che non scompare a lungo può essere un sintomo della perforazione dell'ulcera.
  • Sindrome dell'intestino irritabile. La patologia non ha una causa funzionale, ma è spesso accompagnata da prolungato disagio addominale. I sintomi possono persistere per diversi mesi. Il dolore è spesso accompagnato da gonfiore, flatulenza, costipazione o diarrea.

Nella zona epigastrica si possono osservare anche altri sintomi. Se questa è una lesione ulcerosa dello stomaco nella regione cardiaca, si osserva dolore nella zona superiore, più vicino al cuore, si sviluppa immediatamente dopo aver mangiato.

Quando un'ulcera si trova nel corpo dello stomaco, il dolore si irradia sul lato sinistro, si sviluppa al centro. Con danni al piloro o al duodeno, i sintomi si osservano nella parte destra dell'epigastrio e si sviluppano 6-7 ore dopo aver mangiato (spesso si verificano di notte).

La capacità di distinguere la localizzazione delle sensazioni dolorose e la comprensione dell'anatomia della regione epigastrica consente al medico di respingere rapidamente le normali condizioni e sospettare tali disturbi pericolosi come l'appendicite o la perforazione dell'ulcera.

Dolore in diverse aree dell'epigastrio

Il quadro clinico consente al medico di effettuare una diagnosi abbastanza accurata. Quindi, con i sintomi che si sviluppano a stomaco vuoto e in combinazione con la nausea, possiamo parlare di ulcera o gastrite.

Se il paziente è preoccupato per il pallore della pelle, un polso lento e persino la perdita di coscienza, questo indica la perforazione dell'ulcera. In questo caso, la stampa addominale sarà tesa, il sanguinamento interno potrebbe aprirsi, il che porterà rapidamente alla morte senza la fornitura di assistenza chirurgica.

Il vomito con una miscela di sangue, che si verifica dopo il passaggio del dolore nell'epigastrio, così come le feci nere e il pallore sono sintomi di ulcere sanguinanti. Questa è una condizione estremamente pericolosa in cui è necessario chiamare un'ambulanza..

I tumori di natura maligna si sviluppano a lungo senza alcun sintomo. Tuttavia, gradualmente una persona nota come le sue condizioni si stanno deteriorando: l'efficienza diminuisce, l'appetito peggiora, il peso si perde senza motivo. Con il cancro prolungato, c'è una febbre alta e sudorazione persistente.

I calcoli biliari sono accompagnati da grave pesantezza nell'area mesogastrica, situata a destra. La sindrome del dolore aumenta bruscamente con la tosse e il movimento, ci sono spasmi nell'ipocondrio destro. La situazione è diversa con l'infiammazione del pancreas, in cui si osservano più spesso costipazione e dolore alla cintura..

Da un punto di vista diagnostico, la definizione della malattia dal dolore in una particolare area dell'epigastrio è un processo complesso che non può essere eseguito da una persona senza educazione medica. Ma tutti dovrebbero ricordare che il dolore costante o la sua natura crescente non possono essere fermati dai farmaci. L'uso continuo di pillole cambierà i sintomi, ma non correggerà la causa..

Cosa dice il dolore dov'è la regione epigastrica

Una persona in buona salute pensa a malapena a dove si trova la regione epigastrica, ma quando si verifica dolore addominale, i pazienti vogliono capire come trovare l'epigastrio e descrivere correttamente le loro condizioni al medico. Inoltre, studiando le malattie degli organi interni su Internet, puoi spesso vedere un sintomo come dolore e disagio nell'epigastrio. E come può un paziente che non capisce la topografia di organi e sistemi capire se ha dolore e disagio nell'epigastrio o no.

Ti suggeriamo di familiarizzare con il concetto di regione epigastrica, comprenderne i componenti e comprendere i sintomi di cui le malattie hanno una localizzazione simile.

Divisione topografica della cavità addominale

L'addome può essere suddiviso in modo condizionale in 9 aree disegnando 4 linee specifiche. Il primo va dall'arco costale destro a sinistra, il secondo - da un ramo dell'ileo a un altro. Le ultime 2 linee vanno in verticale, situate a pochi centimetri a destra e a sinistra dell'ombelico, dividendo la pancia in 3 parti uguali.

Quindi otteniamo 9 aree: l'ipocondrio destro, l'epigastrio, l'ipocondrio sinistro, il lato destro, la regione peri-ombelicale o il mesogastrio, il lato sinistro, iliaco destro, la regione iliaca sinistra e l'ipogastrio o la zona suprapubica. La regione epigastrica si trova al centro tra i due ipocondri e il bordo superiore è la parte inferiore del processo xifoideo.

I pazienti sono anche tormentati dalla domanda su dove sia la regione epigastrica. La risposta è semplice: la zona epigastrica e l'epigastrio sono sinonimi..

Un'altra definizione afferma che l'epigastrio è la zona di proiezione dello stomaco sulla parete addominale anteriore, che è anche corretta.

I seguenti organi si trovano nella regione epigastrica:

  • Stomaco;
  • 12 ulcera duodenale;
  • Lobo sinistro del fegato;
  • Cistifellea (parzialmente localizzata nell'epigastrio e parzialmente nell'ipocondrio destro);
  • Corpo del pancreas.

Inoltre, la regione epigastrica è talvolta chiamata zona del plesso solare, che è la più grande raccolta di fibre nervose. Pertanto, il dolore nell'epigastrio può essere variato, dato ad altre aree dell'addome e della schiena, simulando malattie di altri organi interni.

Malattie della regione epigastrica

Qualsiasi malattia degli organi della regione epigastrica può causare dolore, disagio e altre sensazioni patologiche. I più comuni sono:

  • Gastrite;
  • Stomaco e ulcera duodenale;
  • Complicanze dell'ulcera peptica: perforazione, penetrazione, sanguinamento e altri;
  • Tumori degli organi epigastrici;
  • Pancreatite, e non necessariamente con danno al corpo del pancreas;
  • Colecistite calcarea;
  • Ingrandimento del fegato con epatite, infezioni acute (il paziente è preoccupato per il fegato solo nei casi in cui è ingrossato, quindi l'epatite spesso non è accompagnata da dolore e disagio nell'addome).

Importante: a volte il dolore nella regione epigastrica potrebbe non essere associato a malattie dell'apparato digerente. Ad esempio, non sono stati registrati casi isolati quando l'infarto del miocardio è accompagnato da dolore all'addome, in particolare nella zona epigastrica. Ciò è dovuto alle peculiarità dell'innervazione dell'epigastrio e della reazione del plesso solare.

Oltre all'infarto del miocardio, può comparire dolore epigastrico a causa di malattie polmonari, vale a dire pleurite, polmonite del lobo inferiore e pneumotorace.

Una varietà di dolore epigastrico

È già chiaro che il sintomo spiacevole più comune nell'epigastrio è il dolore, ma anche le caratteristiche del dolore sono diverse, il che consente al medico di distinguere e sospettare la patologia di un particolare organo. E conoscere per il paziente cos'è l'epigastrio è necessario per spiegare correttamente allo specialista i suoi sentimenti.

  • Il dolore sordo e dolente costante indica più spesso la gastrite;
  • Dolori della fame - la comparsa di sensazioni dolorose di notte o a stomaco vuoto parla di ulcera allo stomaco o di 12 ulcera duodenale;
  • L'inizio o l'intensificazione del dolore dopo aver mangiato può essere una manifestazione di gastrite o cancro allo stomaco;
  • Il dolore acuto e "pugnale" indica la perforazione dell'ulcera;
  • Il dolore alla cintura che si irradia all'ipocondrio e alla schiena è un'importante manifestazione di pancreatite..

Raccomandazione: i tentativi di autodiagnosi e di alleviare il dolore addominale non sono solo inefficaci, ma anche estremamente pericolosi. Se il dolore è acuto e intenso, dovresti chiamare un'ambulanza e, per i sordi, doloranti, il dolore costante e la bassa intensità, pianificare una visita pianificata a uno specialista entro i prossimi giorni.

Altri sintomi di patologie addominali

Oltre al dolore, le malattie della regione epigastrica si manifestano con altri sintomi, la cui combinazione dirige anche lo specialista a fare la diagnosi corretta.

  • Gastrite, ulcera allo stomaco, ulcera duodenale. Oltre al dolore, queste patologie sono accompagnate da nausea, spesso al mattino..
  • La perforazione dell'ulcera, oltre a una sindrome del dolore acuto, porta a tensione nei muscoli addominali e un rallentamento del polso. Inoltre pallore, appare debolezza, il paziente può perdere conoscenza. Questa condizione pericolosa per la vita è urgentemente necessaria..
  • Il sanguinamento da un'ulcera è accompagnato da un sintomo interessante: la scomparsa del dolore addominale. Tuttavia, appaiono pallore, debolezza, sangue nelle feci (feci nere), nausea, vomito con sangue..
  • La pancreatite, oltre al caratteristico dolore alla cintura, è accompagnata da nausea e vomito. Inoltre, l'infiammazione del pancreas interrompe la peristalsi intestinale, quindi non c'è brontolio nello stomaco e appare la costipazione..
  • La colecistite calcarea si manifesta con dolore nell'epigastrio e nell'ipocondrio destro, che aumenta con la tosse. Nausea, febbre, ittero si uniscono.
  • Le neoplasie, in particolare le patologie maligne, potrebbero non manifestarsi per molto tempo. Inoltre, il cancro non ha manifestazioni specifiche, tranne per il fatto che ai sintomi delle malattie degli organi interni si aggiungono costante debolezza, febbre, sudorazione e riduzione delle prestazioni..

Metodi per la diagnosi di patologie organiche

Dopo aver raccolto i reclami e l'anamnesi della malattia, il medico palpa l'addome ed esegue alcune manipolazioni diagnostiche, che sono realizzate grazie alla conoscenza dell'innervazione degli organi addominali. Ad esempio, premendo sul processo xifoideo aumenta il dolore nell'ipocondrio destro, che indica colecistite acuta.

Interessante: nei casi classici, il dolore con appendicite inizia nell'epigastrio e poi scende nella regione iliaca destra. Questo sintomo è importante nella diagnosi di appendicite..


Inoltre, sono prescritti un esame del sangue generale, uno studio dei parametri epatici e un'analisi delle urine. Queste sono misure diagnostiche obbligatorie per determinare lo stato del corpo e identificare l'infiammazione. Quindi, a seconda dei dati ottenuti e dei sintomi esistenti, vengono prescritti esami speciali per confermare una diagnosi particolare..

  • La determinazione degli enzimi pancreatici nel sangue può confermare la pancreatite acuta;
  • L'ecografia del pancreas fornisce dati completi sulla natura, la localizzazione e la gravità dell'infiammazione;
  • L'esame ecografico della cistifellea offre l'opportunità di identificare i calcoli per la diagnosi di colecistite calcarea o di rilevare l'ispessimento delle sue pareti con colecistite acalcolosa;
  • L'ecografia del fegato consente di rilevare il suo allargamento e identificare possibili cause (cisti, invasioni elmintiche, infiammazione, stasi biliare e altre);
  • L'ecografia degli organi addominali consente anche di rilevare un tumore;
  • La radiografia degli organi addominali rivela gas libero sotto la cupola destra del diaframma - il principale segno diagnostico di un'ulcera perforata;
  • L'EGD consente di diagnosticare gastrite, stomaco e ulcera duodenale, nonché tumori dell'esofago, dello stomaco e dell'intestino tenue.

Importante: si consiglia alle persone dopo i 45-50 anni di avere un elettrocardiogramma a scopo preventivo, nonché quando appare dolore epigastrico.

È possibile discutere i metodi di trattamento del dolore e del disagio nella regione epigastrica solo specificamente per ciascuna malattia, poiché la varietà di malattie di questi organi può confondere anche uno specialista. Pertanto, il compito del paziente è quello di caratterizzare correttamente le sue condizioni al fine di aiutare il medico a trarre conclusioni e fare una diagnosi senza ricorrere a gravi manipolazioni diagnostiche..

Dolore epigastrico: al centro, a sinistra o a destra. Cosa significa?

Il dolore epigastrico è una delle lamentele più comuni. Il dolore nell'addome superiore è descritto come sopra l'ombelico. Può essere situato nella parte centrale (appena sopra l'ombelico) o a destra e a sinistra sotto le costole. Il dolore ai pit ha un'origine diversa, ma le cause più comuni del dolore sono la malattia da reflusso gastroesofageo, le ulcere allo stomaco e persino la pancreatite. Come determinare la causa del dolore epigastrico?

Il dolore epigastrico è descritto come dolore sopra l'ombelico, nel mezzo, a destra o a sinistra (nell'ipocondrio destro o sinistro). Diversi organi importanti si trovano in questa zona, quindi vale la pena determinare con precisione la posizione del dolore, la sua intensità, frequenza e possibili sintomi di accompagnamento quando si visita un medico.

L'epigastrio comprende il fegato con cistifellea, pancreas, milza, duodeno e stomaco. Pertanto, il dolore nell'addome inferiore può indicare un malfunzionamento di uno degli organi..

VEDI IL TUO MEDICO QUANDO il dolore epigastrico è estremamente grave e interferisce con il normale funzionamento, quando il dolore è accompagnato da cattiva salute, debolezza, diminuzione della pressione sanguigna, aumento della frequenza cardiaca, febbre, sudorazione e difficoltà a contatto con l'ambiente, nonché vomito. Queste sono indicazioni per il ricovero immediato.

Dolore epigastrico: cause

Il dolore epigastrico (dolore nel foro) varia ampiamente. Possono indicare una malattia di uno degli organi in cui si avverte dolore. Possono anche essere un sintomo di una malattia d'organo più distante. Il dolore acuto e prolungato nella regione epigastrica richiede la consultazione di un medico e spesso anche l'intervento di un chirurgo. Il dolore lieve è generalmente più facile da controllare.

Cause comuni di dolore epigastrico:

Malattia da reflusso gastroesofageo: una sindrome di disturbi causati dal contenuto del contenuto dello stomaco nell'esofago, dove ha luogo la connessione esofago-stomaco. Il contenuto acido dello stomaco, ritirandosi nell'esofago, causa sintomi spiacevoli come bruciore di stomaco, eruttazione, ritorno del contenuto dello stomaco e sensazione di bruciore nell'esofago. Si sentono anche bruciore e dolore dietro lo sterno e nell'epigastrio. La malattia peggiora, specialmente quando si è sdraiati e si china.

Calcolo della cistifellea: una condizione caratterizzata da depositi nella cistifellea da sostanze chimiche presenti nella bile. Ciò si manifesta con dolore bruciante sul lato destro sotto le costole, a volte il dolore si irradia alla scapola.

Stomaco e ulcere duodenali: la malattia può comparire improvvisamente (ulcera acuta) o come malattia cronica ricorrente (solitamente associata a ulcera duodenale). Il suo sintomo è la pressione epigastrica, che si verifica diverse ore dopo aver mangiato. Un'ulcera duodenale è anche caratterizzata dal cosiddetto dolore della fame.

Pancreatite: la pancreatite acuta o cronica può manifestarsi come grave gonfiore nel mezzo dell'addome, che spesso si irradia alla schiena. Grave dolore epigastrico si manifesta improvvisamente e peggiora nel tempo. Quando il dolore è molto grave, possono verificarsi vomito, diarrea e febbre.

Gastrite o mucosite duodenale: sono caratteristici dolore epigastrico periodico, disagio addominale, pienezza e perdita di appetito. Il dolore può essere accompagnato da disturbi come vomito, nausea, bruciore di stomaco o sanguinamento gastrointestinale.

Cancro allo stomaco. Il dolore epigastrico appare dopo aver mangiato e scompare a stomaco vuoto. Inoltre, il dolore non scompare dopo la somministrazione di antiacidi, utilizzati, ad esempio, per il bruciore di stomaco ricorrente. La malattia è anche accompagnata da una sensazione di bruciore allo stomaco, nausea, flatulenza, perdita di appetito, sensazione di debolezza, vomito, sangue nelle feci e disturbo della perdita di peso..

MASCHERA DEL CUORE VENTALE: questo è un insieme di sintomi insoliti di un infarto, incluso dolore epigastrico nella parte superiore (principalmente sotto l'arco toracico destro) Questo dolore è generalmente più debole rispetto al classico infarto miocardico (dolore toracico acuto e tirante). Il dolore epigastrico può essere accompagnato da nausea, vomito e debolezza generale. Tali sintomi indicano un attacco cardiaco adiacente agli organi epigastrici attraverso il diaframma. In questo caso, il dolore può diffondersi a questi organi e dare sintomi caratteristici delle malattie gastrointestinali..

Esistono molte altre cause di dolore epigastrico. Il dolore può apparire come un sintomo insolito di alcune malattie o diffondersi nella regione epigastrica e negli organi situati lì da lontano.

Il dolore epigastrico può verificarsi quando:

  • diabete,
  • malattia della tiroide,
  • ischemia cardiaca,
  • polmonite,
  • herpes zoster,
  • dotti biliari e malattie del fegato.

Dolore epigastrico: diagnosi

La base per lo studio del dolore nella regione epigastrica è un esame fisico, cioè un esame consistente in auscultazione (valutazione della motilità intestinale), toccando (valuta i suoni addominali), impastando / pressione (valuta l'insorgenza di dolore al tatto, nonché protezione muscolare e possibile presenza tumori o ascite) e osservazione dell'addome (per valutare i cambiamenti della pelle o dell'ernia). Nel processo di diagnosi, un colloquio è estremamente importante, che consente al medico di raccogliere ulteriori informazioni. Le domande principali riguardano dove si trova il dolore, quando si verifica, per quanto tempo e se il dolore è accompagnato da altri disturbi.

La diagnosi del dolore nella regione epigastrica comprende anche lo studio del sintomo di Helmonski, cioè il dolore derivante da un colpo alla costola destra, che è caratteristico della colecistite. È stato anche studiato il sintomo di Blumberg, positivo per la peritonite, così come il sintomo di Goldflam, che può indicare pielonefrite acuta o nefrolitiasi.

Il dolore epigastrico, come qualsiasi altro dolore, può essere descritto come acuto o cronico. È importante caratterizzare il tipo di dolore quando si visita un medico. La sensazione di dolore deve essere descritta con precisione e il dolore deve essere descritto come, ad esempio, fuoco di Sant'Antonio, costrizione, espansione, opacità, bruciore, grave, pulsante o persistente. È anche importante indicare la sua posizione: dolore nel mezzo della regione epigastrica (situata al centro), dolore nell'ipocondrio sinistro, dolore nell'ipocondrio destro, dolore che si irradia dall'epigastrio alla schiena.

Un'altra informazione importante è il momento in cui si verifica il dolore, se si verifica dopo aver mangiato, quando si ha fame o se dura ininterrottamente. Il medico deve anche essere informato su tutti i farmaci che sta assumendo e sulle malattie..

Dolore epigastrico: trattamento

Il trattamento del dolore epigastrico dipende dal sintomo del dolore. Gli antidolorifici speciali possono aiutare, anche se è meglio consultare il medico prima di prenderli. Qualsiasi tipo di dolore, acuto o cronico, deve essere consultato con un medico. Il trattamento dipenderà dalla diagnosi. Il dolore di solito scompare dopo l'eliminazione della causa, ad esempio dopo che la malattia è stata curata o il suo decorso è stato ridotto.

Se trovi un errore, seleziona un pezzo di testo e premi Ctrl + Invio.

Dov'è la regione epigastrica? dolore epigastrico

Cosa dice il dolore dov'è la regione epigastrica

Una persona in buona salute pensa a malapena a dove si trova la regione epigastrica, ma quando si verifica dolore addominale, i pazienti vogliono capire come trovare l'epigastrio e descrivere correttamente le loro condizioni al medico. Inoltre, studiando le malattie degli organi interni su Internet, puoi spesso vedere un sintomo come dolore e disagio nell'epigastrio. E come può un paziente che non capisce la topografia di organi e sistemi capire se ha dolore e disagio nell'epigastrio o no.

Ti suggeriamo di familiarizzare con il concetto di regione epigastrica, comprenderne i componenti e comprendere i sintomi di cui le malattie hanno una localizzazione simile.

Divisione topografica della cavità addominale

L'addome può essere suddiviso in modo condizionale in 9 aree disegnando 4 linee specifiche. Il primo va dall'arco costale destro a sinistra, il secondo - da un ramo dell'ileo a un altro. Le ultime 2 linee vanno in verticale, situate a pochi centimetri a destra e a sinistra dell'ombelico, dividendo la pancia in 3 parti uguali.

Quindi otteniamo 9 aree: l'ipocondrio destro, l'epigastrio, l'ipocondrio sinistro, il lato destro, la regione peri-ombelicale o il mesogastrio, il lato sinistro, iliaco destro, la regione iliaca sinistra e l'ipogastrio o la zona suprapubica. La regione epigastrica si trova al centro tra i due ipocondri e il bordo superiore è la parte inferiore del processo xifoideo.

I pazienti sono anche tormentati dalla domanda su dove sia la regione epigastrica. La risposta è semplice: la zona epigastrica e l'epigastrio sono sinonimi..

Un'altra definizione afferma che l'epigastrio è la zona di proiezione dello stomaco sulla parete addominale anteriore, che è anche corretta.

I seguenti organi si trovano nella regione epigastrica:

  • Stomaco;
  • 12 ulcera duodenale;
  • Lobo sinistro del fegato;
  • Cistifellea (parzialmente localizzata nell'epigastrio e parzialmente nell'ipocondrio destro);
  • Corpo del pancreas.

Inoltre, la regione epigastrica è talvolta chiamata zona del plesso solare, che è la più grande raccolta di fibre nervose. Pertanto, il dolore nell'epigastrio può essere variato, dato ad altre aree dell'addome e della schiena, simulando malattie di altri organi interni.

Malattie della regione epigastrica

Qualsiasi malattia degli organi della regione epigastrica può causare dolore, disagio e altre sensazioni patologiche. I più comuni sono:

  • Gastrite;
  • Stomaco e ulcera duodenale;
  • Complicanze dell'ulcera peptica: perforazione, penetrazione, sanguinamento e altri;
  • Tumori degli organi epigastrici;
  • Pancreatite, e non necessariamente con danno al corpo del pancreas;
  • Colecistite calcarea;
  • Ingrandimento del fegato con epatite, infezioni acute (il paziente è preoccupato per il fegato solo nei casi in cui è ingrossato, quindi l'epatite spesso non è accompagnata da dolore e disagio nell'addome).

Importante: a volte il dolore nella regione epigastrica potrebbe non essere associato a malattie dell'apparato digerente. Ad esempio, non sono stati registrati casi isolati quando l'infarto del miocardio è accompagnato da dolore all'addome, in particolare nella zona epigastrica. Ciò è dovuto alle peculiarità dell'innervazione dell'epigastrio e della reazione del plesso solare.

Oltre all'infarto del miocardio, può comparire dolore epigastrico a causa di malattie polmonari, vale a dire pleurite, polmonite del lobo inferiore e pneumotorace.

Una varietà di dolore epigastrico

È già chiaro che il sintomo spiacevole più comune nell'epigastrio è il dolore, ma anche le caratteristiche del dolore sono diverse, il che consente al medico di distinguere e sospettare la patologia di un particolare organo. E conoscere per il paziente cos'è l'epigastrio è necessario per spiegare correttamente allo specialista i suoi sentimenti.

  • Il dolore sordo e dolente costante indica più spesso la gastrite;
  • Dolori della fame - la comparsa di sensazioni dolorose di notte o a stomaco vuoto parla di ulcera allo stomaco o di 12 ulcera duodenale;
  • L'inizio o l'intensificazione del dolore dopo aver mangiato può essere una manifestazione di gastrite o cancro allo stomaco;
  • Il dolore acuto e "pugnale" indica la perforazione dell'ulcera;
  • Il dolore alla cintura che si irradia all'ipocondrio e alla schiena è un'importante manifestazione di pancreatite..

Raccomandazione: i tentativi di autodiagnosi e di alleviare il dolore addominale non sono solo inefficaci, ma anche estremamente pericolosi. Se il dolore è acuto e intenso, dovresti chiamare un'ambulanza e, per i sordi, doloranti, il dolore costante e la bassa intensità, pianificare una visita pianificata a uno specialista entro i prossimi giorni.

Altri sintomi di patologie addominali

Oltre al dolore, le malattie della regione epigastrica si manifestano con altri sintomi, la cui combinazione dirige anche lo specialista a fare la diagnosi corretta.

  • Gastrite, ulcera allo stomaco, ulcera duodenale. Oltre al dolore, queste patologie sono accompagnate da nausea, spesso al mattino..
  • La perforazione dell'ulcera, oltre a una sindrome del dolore acuto, porta a tensione nei muscoli addominali e un rallentamento del polso. Inoltre pallore, appare debolezza, il paziente può perdere conoscenza. Questa condizione pericolosa per la vita è urgentemente necessaria..
  • Il sanguinamento da un'ulcera è accompagnato da un sintomo interessante: la scomparsa del dolore addominale. Tuttavia, appaiono pallore, debolezza, sangue nelle feci (feci nere), nausea, vomito con sangue..
  • La pancreatite, oltre al caratteristico dolore alla cintura, è accompagnata da nausea e vomito. Inoltre, l'infiammazione del pancreas interrompe la peristalsi intestinale, quindi non c'è brontolio nello stomaco e appare la costipazione..
  • La colecistite calcarea si manifesta con dolore nell'epigastrio e nell'ipocondrio destro, che aumenta con la tosse. Nausea, febbre, ittero si uniscono.
  • Le neoplasie, in particolare le patologie maligne, potrebbero non manifestarsi per molto tempo. Inoltre, il cancro non ha manifestazioni specifiche, tranne per il fatto che ai sintomi delle malattie degli organi interni si aggiungono costante debolezza, febbre, sudorazione e riduzione delle prestazioni..

Metodi per la diagnosi di patologie organiche

Dopo aver raccolto i reclami e l'anamnesi della malattia, il medico palpa l'addome ed esegue alcune manipolazioni diagnostiche, che sono realizzate grazie alla conoscenza dell'innervazione degli organi addominali. Ad esempio, premendo sul processo xifoideo aumenta il dolore nell'ipocondrio destro, che indica colecistite acuta.

Interessante: nei casi classici, il dolore con appendicite inizia nell'epigastrio e poi scende nella regione iliaca destra. Questo sintomo è importante nella diagnosi di appendicite..

Inoltre, sono prescritti un esame del sangue generale, uno studio dei parametri epatici e un'analisi delle urine. Queste sono misure diagnostiche obbligatorie per determinare lo stato del corpo e identificare l'infiammazione. Quindi, a seconda dei dati ottenuti e dei sintomi esistenti, vengono prescritti esami speciali per confermare una diagnosi particolare..

  • La determinazione degli enzimi pancreatici nel sangue può confermare la pancreatite acuta;
  • L'ecografia del pancreas fornisce dati completi sulla natura, la localizzazione e la gravità dell'infiammazione;
  • L'esame ecografico della cistifellea offre l'opportunità di identificare i calcoli per la diagnosi di colecistite calcarea o di rilevare l'ispessimento delle sue pareti con colecistite acalcolosa;
  • L'ecografia del fegato consente di rilevare il suo allargamento e identificare possibili cause (cisti, invasioni elmintiche, infiammazione, stasi biliare e altre);
  • L'ecografia degli organi addominali consente anche di rilevare un tumore;
  • La radiografia degli organi addominali rivela gas libero sotto la cupola destra del diaframma - il principale segno diagnostico di un'ulcera perforata;
  • L'EGD consente di diagnosticare gastrite, stomaco e ulcera duodenale, nonché tumori dell'esofago, dello stomaco e dell'intestino tenue.

Importante: si consiglia alle persone dopo i 45-50 anni di avere un elettrocardiogramma a scopo preventivo, nonché quando appare dolore epigastrico.

È possibile discutere i metodi di trattamento del dolore e del disagio nella regione epigastrica solo specificamente per ciascuna malattia, poiché la varietà di malattie di questi organi può confondere anche uno specialista. Pertanto, il compito del paziente è quello di caratterizzare correttamente le sue condizioni al fine di aiutare il medico a trarre conclusioni e fare una diagnosi senza ricorrere a gravi manipolazioni diagnostiche..

Regione epigastrica: dove si trova e quali malattie sono sintomatiche del dolore in questa zona

La regione epigastrica è la parte dell'addome nella regione media superiore, appena sotto le costole. Ha la forma di un triangolo isoscele con una base che corre lungo le costole inferiori e l'apice sotto il processo xifoideo. Un altro nome per questa zona è l'epigastrico o epigastrio. Dolori di diversa natura che si presentano con varie patologie di organi interni si trovano proprio nell'epigastrio.

Nell'area dell'ipocondrio destro si trovano il fegato, la cistifellea, il rene destro, le parti iniziali dell'intestino tenue.

Nell'ipocondrio sinistro si trovano la milza, alcune parti dell'intestino crasso, il rene sinistro, il pancreas.

La regione epigastrica, dove si trova lo stomaco, così come il fegato, il duodeno, la milza, il pancreas, le ghiandole surrenali, si trova al centro.

Caratteristiche del dolore

Il dolore a destra sotto le costole può essere doloroso o bruciante e può diffondersi al petto e alla schiena. Tale dolore può anche essere un segno di malattie di vari organi e una manifestazione della patologia del processo digestivo: calcoli nella cistifellea, ulcera peptica ed ernia. Il dolore può spesso manifestarsi dopo aver mangiato e può diventare cronico.

Il dolore epigastrico è un sintomo molto comune. Se compare bruciore di stomaco, allora è una malattia da reflusso gastroesofageo..

Il dolore epigastrico può verificarsi durante la gravidanza. È causato da cambiamenti ormonali che rallentano il processo di digestione e per motivi meccanici: l'addome diventa più grande, la pressione nella cavità addominale aumenta e provoca disagio. Con l'aumento della pressione, il dolore nella regione epigastrica è un sintomo allarmante della preeclampsia.

Le persone sperimentano vari livelli di dolore, da lieve a grave. Il dolore lieve si verifica spesso dopo aver mangiato e scompare rapidamente. Il forte dolore nella regione epigastrica, che si irradia anche al torace, al collo, può essere così grave che interferisce con il sonno.

Altri sintomi in cui la regione epigastrica dell'addome è tesa o dolorosa: eruttazione, gonfiore, crampi e dolori della fame. A volte si verificano nausea, vomito, improvvisa perdita di peso e scarso appetito.

Questa è una malattia grave?

Il dolore nella regione epigastrica non è sempre una manifestazione di una malattia grave. Tuttavia, dovresti consultare immediatamente il medico se manifesti sintomi come:

  • respiro affannoso,
  • dolore al cuore,
  • gonfiore,
  • sangue nelle feci insieme a vomito,
  • febbre superiore a 38,
  • il dolore addominale peggiora e / o si sposta verso l'ostruzione inferiore destra.

Ci sono molte ragioni che possono causare dolore epigastrico. La diverticolite, l'intolleranza al lattosio e la MRGE possono causare questo sintomo. Un'altra possibile causa di disagio è l'infiammazione e persino il cancro, che colpisce lo stomaco e altri organi digestivi. In rari casi, le malattie cardiache portano anche a dolore nella regione epigastrica. L'eccesso di cibo, il consumo di cibi piccanti e grassi e l'alcol sono fattori ben noti che portano al fatto che la regione epigastrica diventa dolorosa sia a riposo che durante l'esame. Bere caffè troppo spesso porta a mal di stomaco. Questa bevanda interferisce anche con l'attività del metabolismo del GABA, che è molto importante per calmare il tratto gastrointestinale (GI)..

Alcune altre malattie in cui si verifica il dolore:

  • La gastrite è una condizione in cui il rivestimento dello stomaco diventa infiammato e tenero.
  • L'ulcera peptica è ferite aperte o ulcere nel rivestimento dello stomaco e dell'intestino tenue.
  • Indigestione o indigestione.
  • infiammazione dell'esofago, noto anche come esofagite;
  • ernia dell'apertura esofagea del diaframma;
  • pancreatite;
  • diverticolite;
  • cancro allo stomaco;
  • processi oncologici nel pancreas;
  • epatite;
  • tosse cronica;
  • allungamento dei muscoli addominali;
  • aneurisma dell'aorta addominale;
  • effetto collaterale dell'assunzione di farmaci.

Alcune forme di uretrite e altre malattie infiammatorie pelviche a volte hanno dolore epigastrico, di solito accompagnato da febbre e nausea.

Cause gravi e potenzialmente letali

L'infarto del miocardio e l'angina pectoris sono quelle malattie che possono anche provocare dolore nella regione epigastrica. In questo caso, c'è l'effetto del dolore riflesso, che può iniziare non solo nella regione del cuore, ma anche nella pleura o nei nervi spinali in varie malattie..

Alcune caratteristiche della sindrome del dolore

Nella sindrome dell'intestino irritabile, il dolore dura a lungo ed è associato a gonfiore e cambiamenti nella frequenza o consistenza delle feci. L'esame di solito procede senza disagio o può causare lieve indolenzimento o sensazione di distensione.

L'ulcera peptica è caratterizzata da rancore acuto o cronico o dolori brucianti, soprattutto se non vengono seguite le raccomandazioni dietetiche. Il dolore di solito peggiora di notte.

La pancreatite è accompagnata da dolore acuto che si irradia alla schiena. Questo di solito è accompagnato da vomito. Quando si inclina in avanti, la sindrome del dolore diminuisce. I segni di questa condizione variano, ma comprendono ittero, tachicardia, rigidità dei muscoli addominali, tenerezza e scolorimento della pelle intorno all'ombelico o ai lati dell'addome.

La peritonite è un dolore acuto con segni di shock e tensione. Può essere aggravato dalla tosse. Il ventre può essere simile a una tavola.

L'ostruzione gastrointestinale è accompagnata da dolore acuto da coliche. Il vomito porta sollievo. Accompagnato allungando e ascoltando i suoni intestinali.

Nelle malattie della cistifellea vengono diagnosticati dolore costante acuto con vomito, febbre, indolenzimento locale e rigidità. In alcuni casi, è possibile palpare la cistifellea.

Un aneurisma dell'aorta rotto è un forte dolore che si irradia alla schiena o all'inguine. Il paziente può avere un collasso cardiovascolare. In questo caso, la morte si verifica nei primi minuti o nelle prime ore.

Il cancro allo stomaco viene spesso diagnosticato in pazienti di sesso maschile di età superiore ai 55 anni che fumano. In casi avanzati, possono verificarsi perdita di peso, vomito, epatomegalia e disfagia.

Il dolore epigastrico può anche essere di origine psicosomatica.

Test diagnostici

Sono stati condotti vari studi per diagnosticare le cause sottostanti. L'uso della tecnologia moderna svolge un ruolo importante nel raggiungimento di risultati eccellenti nella rilevazione dell'area interessata del corpo. I metodi più comuni sono:

  • La velocità di eritrosedimentazione (VES) è un test economico e semplice utilizzato per rilevare l'infiammazione nel corpo..
  • L'analisi delle urine viene eseguita per rilevare infezioni del tratto urinario e altre condizioni di comorbidità.
  • Viene eseguito un esame del sangue biochimico per determinare la funzionalità epatica e il contenuto di enzimi pancreatici.
  • L'endoscopia viene solitamente eseguita per valutare i problemi legati allo stomaco e all'esofago. Questo test fornisce anche la capacità di eseguire una biopsia che rileva anomalie come infiammazione, ulcere e tumori..
  • I raggi X e gli ultrasuoni dell'addome vengono eseguiti per controllare gli organi addominali (stomaco, reni, intestino, vescica, fegato e pancreas) per ostruzioni o altre anomalie.
  • La risonanza magnetica e la TC sono molto utili per scoprire la causa principale del dolore.
  • Un elettrocardiogramma viene eseguito nei casi in cui il dolore epigastrico non è associato a malattie gastrointestinali. Questo test aiuta nella diagnosi di attacchi di cuore.

Come prevenire il dolore epigastrico

La maggior parte degli episodi di dolore si verificano immediatamente dopo aver mangiato. La prevenzione include le seguenti attività:

  • Evitare di mangiare troppo.
  • Mangia regolarmente.
  • Mangia piccoli pasti durante il giorno.
  • Masticare accuratamente il cibo.
  • Evitare le bevande alcoliche, soprattutto quando si mangia.
  • Evita i cibi che causano irritazione o addirittura disturbi allo stomaco.
  • Non andare a letto immediatamente dopo aver mangiato, poiché ciò influenzerà la digestione del cibo. Può anche causare l'acidità di stomaco nell'esofago, causando bruciore di stomaco..
  • Limitare il consumo di caffè e bevande gassate.

Perché fa male nella regione epigastrica?

L'epigastrio è un'area triangolare che comprende la parte superiore dell'addome, fegato, stomaco e polmoni. Il dolore nella regione epigastrica preoccupa molte persone, quindi cerchiamo di capire cosa può provocare un tale disagio. In medicina, ci sono molte malattie che causano dolore epigastrico, tutte richiedono un trattamento tempestivo e appropriato..

Il dolore nella regione epigastrica provoca spesso gastrite - infiammazione della mucosa gastrica. Secondo le statistiche, oltre la metà delle persone provenienti da tutto il mondo soffre di varie forme di gastrite..

Nella maggior parte dei casi, la gastrite è causata dal batterio Helicobacter pylori. Meno comunemente, la gastrite può verificarsi a causa dell'uso frequente di antidolorifici, consumo eccessivo di alcol, stress e altre malattie e condizioni.

Segni di malattia

Molte persone con gastrite non hanno sintomi. Se i sintomi sono presenti, possono includere:

  • disagio o dolore nella regione epigastrica;
  • nausea;
  • vomito;
  • perdita di appetito.

Se la gastrite provoca sanguinamento dal rivestimento dello stomaco, i sintomi possono includere:

  • fiato corto;
  • vertigini e debolezza;
  • sangue rosso nel vomito;
  • sgabelli neri;
  • pallore.

Una persona con segni o sintomi di sanguinamento dello stomaco dovrebbe consultare immediatamente un medico.

Trattamento per gastrite

Il trattamento del dolore epigastrico con gastrite dipende dalla causa specifica che ha causato questa condizione..

A volte basta smettere di bere alcolici o smettere di prendere antidolorifici. In altri casi, gli antibiotici sono necessari per uccidere i batteri H. pylori o altri farmaci per ridurre la produzione di acido gastrico..

2. Pancreatite

Il pancreas produce insulina ed enzimi digestivi che aiutano a digerire il cibo. La pancreatite si verifica quando gli enzimi danneggiano il pancreas e causano infiammazione.

Pancreas © shutterstock

Le cause più comuni di pancreatite sono calcoli biliari, consumo di alcol, disturbi genetici del pancreas e alcuni farmaci.

Segni della malattia

La pancreatite può essere acuta o cronica.

La pancreatite acuta si manifesta con:

  • dolore nella regione epigastrica che si irradia alla schiena;
  • febbre;
  • nausea e vomito;
  • palpitazioni;
  • tenerezza dell'addome.

I sintomi della pancreatite cronica comprendono nausea, vomito, perdita di peso e alterazioni delle feci. Il dolore epigastrico può diventare permanente, anche se alcune persone non hanno alcun dolore.

Le persone con pancreatite cronica potrebbero non avere sintomi fino a quando non sviluppano complicanze.

Metodi di trattamento

Il trattamento per pancreatite acuta o cronica può includere:

  • una degenza ospedaliera per il trattamento della disidratazione con liquidi per via endovenosa;
  • medicinali per alleviare il dolore epigastrico;
  • antibiotici per via orale o per flebo IV in caso di infezione del pancreas;
  • se si non riesce a mangiare.

La pancreatite acuta lieve di solito si risolve pochi giorni dopo il riposo e il trattamento.

Il trattamento della pancreatite cronica può aiutare ad alleviare il dolore, migliorare la funzione pancreatica e gestire le complicanze.

3. Ulcera allo stomaco

La comparsa di dolore nell'epigastrio spesso indica la presenza di un'ulcera allo stomaco - questa è una ferita sulla mucosa gastrica.

Le due cause più comuni di ulcere sono l'infezione da Helicobacter pylori e l'uso frequente di farmaci noti come FANS (antidolorifici).

Ci sono molti miti sulla malattia dell'ulcera peptica. Le ulcere non sono causate da stress emotivo o cibi piccanti. Alcuni alimenti possono irritare un'ulcera già esistente, ma il cibo non è la causa dell'ulcera. - American College of Gastroenterology

Segni di un'ulcera

Un dolore sordo o bruciante nell'addome è il sintomo più comune di un'ulcera peptica. Il dolore si verifica più spesso quando lo stomaco è vuoto, tra i pasti o di notte. Il dolore può andare e venire per giorni, settimane o mesi.

I sintomi meno comuni possono includere:

  • rigonfiamento;
  • eruttazione;
  • nausea;
  • scarso appetito;
  • vomito;
  • perdita di peso.

I sintomi più importanti che causano ulcere sono il sanguinamento. Il sanguinamento da un'ulcera può essere lento e passare inosservato o può causare una condizione pericolosa per la vita.

Una persona ha bisogno di cure mediche immediate se:

  • dolore addominale acuto che non scompare;
  • sangue nelle feci o nelle feci nere;
  • vomitare con sangue rosso o assomiglia a "fondi di caffè";
  • svenimento o debolezza.

Questi sintomi possono essere segni che un'ulcera peptica sta causando una condizione pericolosa per la vita..

Trattamenti per ulcere allo stomaco

Una parte importante del trattamento delle ulcere è l'identificazione delle cause sottostanti. I pazienti con ulcere causate da FANS dovrebbero parlare con il proprio medico di altri farmaci che possono essere usati per trattare il dolore.

Se una persona è infettata da H. pylori, l'infezione deve essere trattata. È molto importante completare l'intero ciclo di trattamento antibiotico. È altrettanto importante assicurarsi che l'infezione sia eliminata.

4. Malattia dei calcoli biliari

La cistifellea è un piccolo organo a forma di pera che immagazzina la bile e si trova nella parte in alto a destra dell'addome, sotto il fegato. Il dolore epigastrico può essere causato da calcoli biliari - blocco da calcoli biliari della cistifellea.

Calcoli biliari © shutterstock

Al momento, i ricercatori non possono dire con certezza cosa causi la formazione di calcoli biliari. I medici pensano che i calcoli biliari possano svilupparsi quando la bile contiene troppo colesterolo o bilirubina o la cistifellea non viene svuotata completamente.

Segni di malattia

Quando i calcoli biliari bloccano i dotti biliari, possono causare dolore improvviso e acuto nell'addome superiore destro. Questo dolore si chiama colica biliare..

Gli attacchi di colica biliare spesso iniziano dopo aver mangiato un pasto pesante e di solito si verificano di sera o di notte. Se hai avuto un attacco, probabilmente ne seguiranno altri. Si può anche osservare:

Metodi di trattamento

Di solito, il trattamento con calcoli biliari è un intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea. A volte i medici possono utilizzare trattamenti non chirurgici, ma la maggior parte delle volte è necessario un intervento chirurgico.

La cistifellea non è un organo vitale, il che significa che una persona può vivere normalmente senza una cistifellea.

5. Mal di stomaco

Spesso, nella regione epigastrica, fa male a causa della dispepsia: mal di stomaco. Non è una malattia. Tuttavia, un mal di stomaco può essere un segno di alcune malattie o condizioni del tratto digestivo..

Più del 25% delle persone soffre di dispepsia ogni anno. Foto © shutterstock

La dispepsia può essere accidentale, cronica o funzionale. Uno stomaco irritato senza una ragione apparente è noto come dispepsia funzionale.

Tra le cause della dispepsia ci sono:

  • cibo difficile da digerire;
  • mangiare troppo o mangiare molto rapidamente;
  • abuso di caffeina, alcool o soda;
  • fatica;
  • fumo.

Un mal di stomaco non è sempre legato al cibo. Malattie che possono causare disagio nella regione epigastrica:

  • reflusso acido;
  • gastrite;
  • infiammazione della cistifellea;
  • intolleranza al lattosio;
  • ulcera peptica;
  • cancro allo stomaco.

Segni di dispepsia

A volte le persone con mal di stomaco soffrono di bruciore di stomaco, ma il bruciore di stomaco e il mal di stomaco sono due condizioni separate.

La dispepsia si manifesta:

  • disagio e dolore nella regione epigastrica;
  • sazietà veloce durante i pasti;
  • pesantezza allo stomaco dopo aver mangiato;
  • nausea;
  • gonfiore.

Metodi di trattamento

Il trattamento per un mal di stomaco dipende dalla causa e può includere alcuni farmaci, cambiamenti nella dieta e terapia psicologica.

Se il mal di stomaco dura più di 2 settimane, consultare il medico.

6. Cancro allo stomaco

Il dolore nella regione epigastrica può indicare la presenza di una neoplasia maligna - il cancro. La malattia è un tumore comune che si riscontra più spesso nel sesso maschile.

Segni di malattia

Nella fase iniziale dello sviluppo, un disturbo insidioso non si manifesta con sintomi forti, motivo per cui le persone vanno in un istituto medico troppo tardi.

Dopo qualche tempo, il cancro si manifesta:

  • Dolore epigastrico;
  • Pesantezza allo stomaco;
  • vomito;
  • gonfiore;
  • Palpitazioni.

Molti non sospettano nemmeno che una neoplasia maligna si manifesti con sintomi simili con altri disturbi dello stomaco. Pertanto, quando compaiono i primi segni, è necessario andare immediatamente alla diagnosi.

Metodi di trattamento

Puoi sbarazzarti del cancro solo con l'aiuto dell'intervento chirurgico, poiché questo disturbo è resistente alle radiazioni ionizzanti e alla chemioterapia.

Per prevenire una malattia insidiosa, una persona deve mangiare bene, condurre uno stile di vita sano e condurre esami regolari..

Medici che trattano il dolore epigastrico

Solo uno specialista esperto può determinare cosa ha causato il disagio nella regione epigastrica:

Cause meno popolari di dolore epigastrico

Il dolore epigastrico acuto può indicare tali fattori e disturbi:

  • Vari infortuni;
  • eccesso di cibo;
  • Attività fisica eccessiva;
  • Lesioni infettive;
  • Quantità insufficiente di cibo;
  • Zona climatica inadatta;
  • Allergia;
  • Fatica.

Riassumendo

Il dolore epigastrico non deve essere trascurato, in quanto può portare a conseguenze e complicazioni impreviste. Pertanto, alle prime manifestazioni del dolore epigastrico, dovresti visitare immediatamente uno specialista qualificato.

Data di revisione delle informazioni: 17 luglio 2019.

  • National Institute of Diabetes, Digestive and Kidney Diseases USA - https://www.niddk.nih.gov/health-information/digestive-diseases/gastritis, https://www.niddk.nih.gov/health-information/ malattie digestive / pancreatite, https://www.niddk.nih.gov/health-information/digestive-diseases/peptic-ulcers-stomach-ulcers/definition-facts, https://www.niddk.nih.gov/ informazioni sulla salute / malattie digestive / calcoli biliari / trattamento, https://www.niddk.nih.gov/health-information/digestive-diseases/indigestion-dyspepsia
  • US National Institutes of Health - https://medlineplus.gov/chestpain.html
  • Mayo Medical Education Foundation - https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gastritis/diagnosis-treatment/drc-20355813, https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/pancreatitis/symptoms-causes/syc -20360227, https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gallstones/diagnosis-treatment/drc-20354220, https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/indigestion/symptoms-causes/syc-20352211
  • American College of Gastroenterology - https://gi.org/topics/peptic-ulcer-disease/

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Dolore nella regione epigastrica

Il dolore nella regione epigastrica è uno dei sintomi più comuni che spesso accompagna una vasta gamma di disturbi gastrointestinali, ma può ancora verificarsi con alcuni disturbi di altri organi interni. La localizzazione del dolore e il luogo della sua intensità più forte spesso indicano problemi con l'organo situato in questa proiezione.

Poiché ci sono molte malattie che possono causare la manifestazione di un tale sintomo, se si verifica, è necessario cercare l'aiuto di specialisti il ​​più presto possibile. Le misure diagnostiche si basano su esami strumentali, in particolare ultrasuoni, FEGDS e radiografia.

L'eliminazione del dolore nella regione epigastrica dipende dalle cause della sua insorgenza. Spesso è sufficiente assumere farmaci e osservare una dieta delicata..

Il dolore nella regione epigastrica è causato da vari disturbi che coprono molti organi interni. Tra i disturbi, le cause più comuni di questo sintomo sono:

  • una vasta gamma di malattie dello stomaco, del duodeno, dell'esofago e di altri organi del tratto gastrointestinale. In particolare, il decorso cronico della gastrite, la varia natura dell'occorrenza, l'ernia iatale, la pancreatite e la pielonefrite;
  • appendicite acuta. All'inizio dello sviluppo, si notano dolori doloranti nell'ombelico, quindi nell'epigastrio, dopo di che si diffondono su tutto il lato destro dell'addome;
  • infarto miocardico - spesso può essere accompagnato da spasmi dolorosi in questo luogo. Il dolore è espresso in modo piuttosto acuto ed è anche accompagnato da una diminuzione della pressione sanguigna e un aumento della frequenza cardiaca;
  • pleurite e polmonite - con tali disturbi, il dolore nell'addome superiore aumenta bruscamente con una forte tosse e inalazione, spesso può essere dato dolore alla schiena;
  • duodenite acuta: appare una leggera sindrome del dolore, la sensibilità di questa zona aumenta e ci sono anche segni di intossicazione del corpo;
  • stenosi piloroduodenale - caratterizzata dal fatto che il dolore si esprime dopo aver mangiato, accompagnato da bruciore di stomaco e vomito frequente;
  • vari disturbi infettivi in ​​cui si esprime improvviso dolore addominale;
  • sindrome emorragica;
  • tifo - differisce per il fatto che coinvolge il plesso solare nel processo patologico, causando in tal modo un intenso dolore in quest'area.

Ma non solo le malattie possono diventare un fattore nella manifestazione di sensazioni spiacevoli nella regione epigastrica. Spesso, la fonte della formazione del dolore possono essere le lesioni di altri organi interni, in particolare:

  • stomaco - si notano dolori gravi e parossistici, spesso accompagnati da altri sintomi. Può verificarsi sia dopo aver mangiato che a stomaco vuoto;
  • cuori - oltre alla comparsa di spasmi dolorosi nella regione epigastrica, il dolore si diffonde alla spalla destra e alla mascella inferiore;
  • polmoni: l'intensità del dolore varia a seconda del ritmo della respirazione;
  • pancreas: provoca dolore costante e colico, che può irradiarsi alla schiena o alla spalla sinistra;
  • intestino: quasi sempre provoca dolore nell'epigastrio, che è accompagnato da molti altri segni;
  • milza: provoca la comparsa di una sindrome del dolore intenso, che si diffonde spesso sul lato sinistro del corpo e del collo;
  • cistifellea - le malattie associate a questo organo, spesso causano la comparsa di dolore intollerabile nella regione epigastrica, spesso c'è dolore che si irradia alla schiena;
  • rene - dolore acuto, che si diffonde al perineo e alla parte bassa della schiena;
  • diaframmi: gli spasmi in quest'area sono fortemente aggravati dal mangiare o fare respiri profondi.

Un altro motivo per cui possono apparire sensazioni dolorose nell'epigastrio è l'oncologia di uno degli organi del tratto digestivo o delle metastasi del cancro.

Classificazione

In gastroenterologia, c'è una chiara divisione dell'espressione del dolore nella regione epigastrica, che differisce a seconda di quale fattore ha causato la comparsa di una sensazione così spiacevole. Pertanto, il dolore è diviso in:

  • i dolori della fame sono doloranti e forti. Passa dopo aver mangiato, e talvolta bastano pochi sorsi di tè;
  • costante: la sua presenza è associata all'irritazione delle terminazioni nervose nello strato mucoso e sottomucoso. La sindrome del dolore cronico è spesso osservata durante l'infiammazione;
  • periodico - spesso dolorante in natura ed è causato dalla secrezione di una grande quantità di contenuti gastrici;
  • taglio crampi.

Inoltre, il dolore nella regione epigastrica può essere stagionale e aggravato in primavera o in autunno..

A seconda del consumo di cibo, un sintomo simile è suddiviso in:

  • dolore epigastrico dopo aver mangiato - spesso osservato dopo aver mangiato cibo spazzatura, fast food, cibi fritti o salati, nonché cibo di scarsa qualità. Per sbarazzarsi di spasmi, una persona ha bisogno di prendere antidolorifici;
  • il dolore che si verifica a stomaco vuoto viene eliminato dopo aver mangiato, e per questo non è affatto necessario mangiare il pieno, in alcune situazioni è sufficiente solo fare uno spuntino con una piccola quantità di cibo. Raramente può andare via dopo l'assunzione di liquidi.

Sintomi

Il dolore nella regione epigastrica è sia l'unico sintomo che accompagnato da altri segni. È necessario chiedere aiuto agli specialisti il ​​prima possibile se, oltre a questo sintomo, si presenta il seguente quadro clinico:

  • violazione della funzione respiratoria e processo di deglutizione del cibo;
  • il verificarsi di disagio nella regione del cuore;
  • un aumento degli indicatori di temperatura oltre i trentotto gradi;
  • rilevazione di impurità nel sangue nelle feci e nel vomito;
  • un aumento delle dimensioni dell'addome;
  • aumento del dolore, diffusione alla parte posteriore o destra.

Questi sono i principali segni che possono accompagnare i dolori della fame o l'insorgenza di spasmi a stomaco vuoto nella regione epigastrica e indicano anche durante la diagnosi di malattie del tratto gastrointestinale, del cuore e di altri organi interni..

Diagnostica

Se una persona è preoccupata per le sensazioni dolorose nell'epigastrio, è necessario al più presto chiedere aiuto a specialisti come:

  • terapista;
  • chirurgo;
  • neuropathologist;
  • gastroenterologo;
  • ginecologo;
  • nefrologo;
  • pneumologo.

Dopo aver esaminato la storia medica e la storia della vita, il medico invia il paziente, a condizione che abbia lamentele di dolore e disagio nella regione epigastrica, per un esame strumentale. Ciò è necessario per stabilire la malattia che ha causato sintomi così spiacevoli..

A colpo sicuro, i medici prescrivono quanto segue:

  • analisi generali e biochimiche di sangue e urina;
  • esame microscopico di feci;
  • test del respiro per rilevare i batteri Helicobacter pylori nel corpo;
  • coltura batterica per anticorpi;
  • Ultrasuoni degli organi addominali;
  • FEGDS - una procedura endoscopica per lo studio della mucosa del tratto gastrointestinale;
  • radiografia - con o senza contrasto;
  • biopsia - per studi istologici e rilevazione di oncologia.

Sulla base dei risultati ottenuti durante la diagnosi, gli esperti confermano la presenza di una o un'altra malattia gastrointestinale.

Se fa male e c'è disagio nella regione epigastrica, l'eliminazione dell'una o dell'altra malattia dovrebbe essere complessa..

Prima di tutto, viene prescritto un trattamento farmacologico. Indipendentemente dal disturbo che ha causato la sindrome del dolore, vengono prescritti farmaci come procinetici e antiacidi. Hanno lo scopo di alleviare il dolore..

Il cibo dietetico è di grande importanza in terapia. Assolutamente tutti i pazienti sono invitati a rifiutare cibi grassi e piccanti, nonché carni affumicate e bevande gassate. Inoltre, non sono consentite lunghe pause tra i pasti, motivo per cui è necessario mangiare piccole porzioni ogni tre ore..

L'intervento chirurgico è indicato in singoli casi, con un decorso acuto della malattia che ha causato dolore nella regione epigastrica.

Inoltre, le malattie possono essere trattate con l'aiuto della fisioterapia e l'uso di rimedi popolari..

Dolore nell'epigastrio: cosa può essere, dov'è la regione epigastrica

Il dolore nella regione epigastrica porta molto disagio e può essere il risultato di gravi malattie.

In caso di dolore acuto, consultare immediatamente un medico. Può essere un attacco di gastrite, un'ulcera aperta o persino un'appendicite acuta..

Qual è la regione epigastrica (epigastrio) e dove si trova?

Regione epigastrica (epigastrio): l'area direttamente sotto il processo xifoideo, corrispondente alla proiezione dello stomaco sulla parete addominale anteriore.

Mettendo la mano nel punto in cui finiscono le costole, troviamo il cosiddetto plesso solare. Questa sarà la regione epigastrica..

Cause del dolore nella regione epigastrica (malattia)

Il dolore nel dolore epigastrico generalmente prefigura qualsiasi problema all'apparato digerente. Il dolore può essere diviso:

  • dolore acuto e improvviso. Molto probabilmente, si tratta di pancreatite, ulcera duodenale, colecistite;
  • acuto e improvviso. Presumibilmente avvelenamento o ustioni chimiche;
  • dolore acuto e molto grave, "come se tagliare lo stomaco con un coltello". Questa è una svolta di un'ulcera nella cavità addominale;
  • dolore doloroso con sensazione di bruciore indica gastrite, soprattutto se si verifica dopo aver mangiato;
  • il dolore che ricorda i dolori del travaglio indica un'infiammazione intestinale o un'ulcera aperta. Può anche essere un indicatore di un'infezione intestinale;
  • dolore, in cui l'epigastrio è come se attraversato, quando si cambia la posizione del corpo è il risultato di una cattiva circolazione sanguigna o di un processo infiammatorio;
  • il dolore costantemente doloroso può essere il risultato di cancro o polipi;
  • la sindrome del dolore sordo con dolore all'ombelico parla di appendicite;
  • il dolore intenso, che diventa meno dopo 2-3 giorni, indica la comparsa di colite.

Diamo un'occhiata a ciascun problema separatamente..

La gastrite è una condizione comune nelle persone che sono irregolari nei loro pasti o mangiano in movimento.

Oggi, sempre più medici diagnosticano studenti, impiegati e tutti coloro che non possono abbandonarsi al normale cibo fatto in casa, ma mangia fast food..

Per capire se c'è gastrite, è sufficiente ascoltare te stesso. Se c'è dolore epigastrico dopo aver mangiato, è necessario contattare un gastroenterologo.

La gastrite è un'infiammazione del rivestimento dello stomaco. Può essere diviso a monte in acuto e cronico.

In secondo luogo, fa paura a causa dei rischi di ulcere e tumori cancerosi nello stomaco..

Esistono diversi tipi di gastrite, vale a dire: atrofica, erosiva, poliposi, ipertrofica.

Il medico può determinare con precisione il tipo di malattia dopo una gastroscopia. Durante l'esame, il medico, dopo aver preparato il paziente attraverso la bocca, introduce un endoscopio ed esamina la superficie dell'esofago, dello stomaco e del duodeno. L'esame deve essere effettuato con attenzione, poiché la patologia può essere localizzata in diverse parti della cavità addominale.

Ulcera allo stomaco

Un'ulcera allo stomaco è una conseguenza della gastrite trascurata e non trattata. L'ulcera potrebbe non apparire in alcun modo (cioè un'ulcera silenziosa). Un'ulcera allo stomaco che è dolorosa è chiamata ulcera urlante. Una diagnosi accurata può essere determinata solo dopo l'esame mediante gastroscopia.

Con un'ulcera peptica, il dolore nella regione epigastrica inizia 3-4 ore dopo aver mangiato. Il dolore è accompagnato da nausea e vomito, pesantezza all'addome, eruttazione. Non puoi scherzare con un'ulcera peptica, perché può portare a sanguinamento, peritonite e avvelenamento del sangue, a causa dell'ingresso di virus attraverso ferite nello stomaco.

Un'ulcera viene trattata in modo complesso, prescrivendo antibiotici, antiacidi e farmaci che avvolgono la mucosa, proteggendola in tal modo (gel di fosfugugel, Rutacid, Almagel). Con una tale malattia, è semplicemente necessario aderire a una dieta rigorosa. Non puoi mangiare fritto, grasso, piccante, è meglio rinunciare a tè, caffè e alcool. Attenersi a tutto ciò che è magro, bollito, cotto a vapore.

Puoi mangiare acqua minerale.

Ostruzione gastrointestinale

L'ostruzione gastrica e intestinale si verifica negli adulti e nei giovani pazienti. I bambini che allattano al seno che hanno appena introdotto alimenti complementari possono soffrire di questa malattia. Il tratto digestivo di un neonato potrebbe non essere pronto ad accettare nuovo cibo, a seguito del quale appare una tale malattia. Pertanto, è necessario monitorare rigorosamente l'alimentazione del bambino. In nessun caso, non dare cibo che il bambino non può essere in base alla categoria di età.

Negli adulti, questa malattia può svilupparsi a causa di ulcera peptica, ernia, processi infiammatori a livello intestinale. Allo stesso tempo, c'è un restringimento del piloro dello stomaco, dove sembra essere intasato. C'è dolore nell'epigastrio, dopo aver mangiato e c'è un rilascio involontario di prodotti all'esterno.

In rari casi, il vomito si verifica con l'odore di marciume, sangue. In questo caso, può essere prescritto un intervento chirurgico o un trattamento conservativo..

Stenosi esofagea

Con la stenosi esofagea, viene diagnosticata una diminuzione del diametro dell'esofago. Con tale diagnosi, i segni principali sono:

  • vomito;
  • salivazione (la secrezione delle ghiandole salivari della saliva);
  • eruttazione con aria dopo aver mangiato;
  • dolore nell'esofago;
  • disfagia (disturbo dell'atto di deglutizione).

Le malattie sono divise in: congenite e acquisite. Il secondo può svilupparsi a causa di ernia, gastrite acuta, ulcera peptica, con tossicosi nelle donne in gravidanza, esofagite infettiva.

Durante il trattamento del paziente, vengono inseriti cateteri che gli permettono di deglutire il cibo. In casi difficili, vengono eseguite operazioni.

Ernia dell'apertura esofagea del diaframma

Con un'ernia iatale, una parte dello stomaco sporge ed è compromessa dal diaframma. Il dolore epigastrico dopo aver mangiato molto tormenta i pazienti con grandi ernie. I più piccoli di solito non danno fastidio ai pazienti. Con una grande ernia, il cibo nello stomaco viene rigettato nell'esofago. Questo porta a eruttazione, bruciore e dolore nella regione epigastrica..

Tale malattia appare dopo un trauma, aumento della pressione intra-addominale, tosse persistente, sovraccarico della cavità addominale.

Pancreatite acuta

Quando l'epigastrio fa male, può essere dovuto a un attacco di pancreatite. In questo caso, il pancreas si infiamma e si verifica dolore acuto. Se il pancreas fa male e si può sopportare il dolore, non ritardare la visita dal medico, sottoporsi all'esame necessario. È meglio iniziare un trattamento precoce che rimanere in ospedale con complicazioni.

La pancreatite acuta si manifesta con vomito, disturbi delle feci, forte dolore e febbre. In questo caso, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza..

Questa malattia inizia a svilupparsi a causa del ristagno del succo gastrico. Il dotto è bloccato da una pietra o edema, mentre il succo viene prodotto e inizia a "mangiare" se stesso. Pertanto, in tali casi è impossibile esitare, tutto può finire con la morte. Questa malattia non risparmia nessuno, le persone a rischio sono esposte allo stress.

Per identificare la malattia, sono prescritti un'ecografia e un emocromo completo. Con gravi cambiamenti nel pancreas, viene prescritta una risonanza magnetica. Ciò consente di esaminare il problema da tutti i lati..

Criptosporidiosi

La criptosporidiosi è un'infezione intestinale causata dai batteri Cryptosporidium. Con esso, l'epigastrio e l'intero tratto digestivo soffrono. La malattia procede con feci liquide acquose, vomito, tagli all'addome, irradiandosi alla schiena. Con una manifestazione cronica della malattia, le recidive si ripresenteranno ancora e ancora..

L'infezione si verifica da persona a persona, da animale a persona. Per la prevenzione, è necessario utilizzare le regole di igiene personale. Il periodo di incubazione varia da una a due settimane. Il trattamento per le persone con una forte immunità è rapido e semplice. I pazienti con AIDS e infezione da HIV possono essere trattati fino a sei mesi.

Peritonite secondaria

La peritonite provoca infiammazione e infezione della cavità addominale. Questo processo è una forte complicazione delle malattie degli organi addominali. Questa malattia si chiama "addome acuto".

La peritonite si sviluppa nel 14-21% dei casi in pazienti con patologie chirurgiche acute e la necessità di laparotomia urgente è di circa il 41%. Morti dovute a complicanze in circa il 56% dei casi.

Gli esiti letali si verificano a causa di: trattamento del paziente nell'ultima fase della malattia, età avanzata del paziente, pazienti oncologici, errori durante le operazioni.

Cosa fare, quali misure adottare in caso di dolore nella regione epigastrica

Di solito, i farmaci sono usati per trattamenti come: Nosh-Pa, Almagel, Gastal, Festal, ecc. Sospensioni antiacide da alta acidità

Se una persona inizia a notare bruciori di stomaco, rari dolori e disturbi allo stomaco e agli organi digestivi, è meglio riconsiderare la dieta, prestare attenzione alla quantità e alla qualità degli alimenti consumati. Puoi seguire una dieta, sbarazzandoti di cibi eccessivamente grassi e piccanti.

L'alcool brucia il rivestimento dello stomaco ed è quindi malsano. Anche il cibo non masticato è malsano. L'inizio del processo digestivo si verifica già in bocca, quando gli enzimi della saliva iniziano a elaborare lentamente il cibo.

Una nutrizione coerente e una dieta completa possono aiutare a sbarazzarsi della fase iniziale dei problemi digestivi. È necessario prendere il cibo all'incirca allo stesso tempo, mangiare a poco a poco, escludere le bevande gassate. E includere anche prodotti lattiero-caseari fermentati, zuppe e acqua minerale nella dieta.

Ci sono alcuni consigli da seguire per una digestione sana:

  • mangiare piccole quantità di cibo, una porzione dovrebbe avere le dimensioni di un bicchiere. È meglio mangiare più spesso, ma in piccole porzioni;
  • il digiuno per le persone affette da gastrite è controindicato. Meglio bere un bicchiere d'acqua o succo di frutta;
  • l'ultimo pasto dovrebbe essere 3-4 ore prima di coricarsi. Il cibo per la notte si sdraia come un carico denso nello stomaco, non gli consente di riposare ed è la ragione per interrompere il lavoro dello stomaco;
  • non mangiare cibi scaduti. Quindi puoi essere avvelenato;
  • fast food e cibi pronti devono essere detti no! Le sostanze aggiunte per preservare questi alimenti sono molto dannose;
  • pasti pesanti con grassi e molti dolci sono meglio lasciare prima di pranzo. In questo momento, lo stomaco funziona meglio e rilascia calorie per energia, non grasso;
  • più all'aperto, camminando nella natura. Ciò sarà benefico per tutto il corpo e, soprattutto, ripristinerà il sistema nervoso e consentirà di lavorare con piena forza;
  • è meglio non bere alcolici e, se proprio dovevi, non esagerare;
  • per le persone con gastrite, è meglio bere più acqua in modo che lavi le pareti dello stomaco. Anche l'acqua con un cucchiaio di miele sarà molto utile;
  • la mattina dopo il sonno, devi bere un bicchiere di acqua pulita e non caffè e tè come siamo abituati.

Assistenza medica, quale medico contattare

Il dolore allo stomaco deve essere trattato da uno specialista. Se non sai dove andare e sei in dubbio, vai dal terapeuta, mostrerà la strada giusta. Medico che si occupa del trattamento delle malattie del tratto gastrointestinale - gastroenterologo.

Il trattamento delle malattie ha lo scopo di neutralizzare l'acido cloridrico nello stomaco. Molte persone prendono un cucchiaio di soda e acqua in questi casi, ma questo non è proprio il modo giusto. In questo caso, esiste la possibilità di ulcere allo stomaco...

Il gastroenterologo prescriverà i seguenti test:

  • analisi del sangue generale;
  • esofagogastroduodenofibroscopy (EFGDS);
  • procedura ad ultrasuoni;
  • colonscopia;
  • coprogramma (test fecale) e analisi generale delle urine per amilasi;

Dopo lo studio, il medico prescriverà i farmaci più efficaci per eliminare il focus della malattia e prevenirne le ulteriori manifestazioni..

La temperatura indica sempre i processi infiammatori nel corpo. Con questa combinazione di circostanze, non puoi auto-medicare. Devi vedere uno specialista. Per trovare una diagnosi accurata, è necessario segnalare tutti i sintomi senza nascondersi, perché questa è la tua salute e non stanno scherzando con lui.

È necessario seguire rigorosamente tutte le prescrizioni del medico e non danneggiare il proprio corpo.

Certo, ogni persona vuole vivere una vita lunga e felice, e uno dei componenti principali è la salute umana. Deve essere protetto fin dall'inizio e non lasciare che tutto faccia il suo corso, "forse passerà". La cosa più importante è un'alimentazione e un regime adeguati e di alta qualità. Contattare gli specialisti in tempo, ottenere un trattamento, sottoporsi a un esame.

Pubblicazioni Su Colecistite